Sant’Agata Militello, il gruppo misto “pronto a votare la sfiducia”

    Sant’Agata Militello, il gruppo misto “pronto a votare la sfiducia”

    Nella foto Palazzo Crispi, sede del comune di Sant'Agata Militello

    E’ sempre guerra fredda tra l’Amministrazione Comunale di Sant’Agata Militello ed i consiglieri del Gruppo Misto Calogero Carrabbotta, Rita Fachile e Salvatore Zingales Alì che minacciano di votare la sfiducia se non verranno attuati alcuni punti del programma elettorale. Dopo l’incontro con il Sindaco Sottile, i tre consiglieri hanno diramato una nota in cui si si dicono “sconcertati del fatto che il Sindaco ci chieda il perché di una improvvisa presa di posizione, insinuando l’esistenza di chissà quali reconditi motivi abbiano portato all’allontanamento dai nostri gruppi politici di appartenenza”. “Da tempo, noi consiglieri del gruppo misto abbiamo manifestiamo, e oggi ribadiamo, che non siamo interessati a condividere irrazionali strategie politiche- amministrative, che esulano dagli impegni presi con i nostri elettori. Non siamo più disponibili a sostenerla in continui e umilianti cambi di poltrone, che rispondono a logiche imposte dal sistema monopartitico”. “Trovandoci – proseguono i consiglieri del Gruppo Misto – in un periodo di crisi economico-finanziaria, riteniamo indispensabile e non più procrastinabile dare seguito ad alcuni punti salienti del programma elettorale, che, senza alcun costo , porteranno risparmi al nostro Ente ed alla nostra comunità”. Carrabbota, Fachile e Zingales Alì citano “l’attuazione della  riduzione delle Aree dirigenziali al numero  di tre, che comporterebbe  un risparmio di circa 60.000,00 € annui; il trasferimento degli uffici comunali presso strutture di proprietà comunale, con risparmi di circa 110.000,00 € annui; la rideterminazione con effetto retroattivo, dei costi esorbitanti ed eccessivi del servizio Ato, che consentirebbe dei risparmi consistenti sia per l’Ente che per i cittadini; l’internalizzazione del  servizio di mensa scolastica; la regolamentazione degli incarichi legali, in modo da affidare gli stessi con modalità che assicurino una turnazione dei professionisti”. Infine,  i tre consiglieri, invitano il Sindaco Sottile “ad attuare tutti gli altri punti previsti nel programma ed indicati nella precedente nota. La mancata attuazione del programma elettorale o quanto meno dei punti programmatici sollecitati nella presente nota nell’imminente, ci porterà a condividere la mozione di sfiducia con l’attuale opposizione consiliare”.

    Condividi: