Sanfilippo: “Sul Patto per la Sicilia il Sindaco confonde le date”

    Sanfilippo: “Sul Patto per la Sicilia il Sindaco confonde le date”

    Sulla questione del completamento delle fogne di Scafa e San Gregorio il Sindaco di Capo d’Orlando “probabilmente confonde i mesi dell’anno o gli interi anni solari”. Così il Consigliere Comunale Gaetano Sanfilippo replica al primo cittadino Franco Ingrillì che sull’inserimento delle due opere nell’elenco dei progetti finanziati nel Patto per la Sicilia aveva sostenuto che non vi era stata l’esigenza di “alcun ulteroriore intervento” visto che “il procedimento stava seguendo il suo iter normale” e che “la comunciazione dell’inseriimento era stata data a settembre 2016”. Sanfilippo adesso replica che “L’opportunità di richiedere l’inserimento dei lavori di completamento delle reti fognanti di Scafa e San Gregorio nel programma regionale da finanziare con fondi comunitari, allora in fase di allestimento, mi è stato (a suo tempo – circa 14 mesi fa) sollecitato dai competenti uffici regionali ed ho subito pensato che fosse mio preciso dovere, indipendentemente dal ruolo politico che ricoprivo e ricopro ancora, segnalare tale circostanza all’Amministrazione per rispetto dei Cittadini, che aspettano tali opere ormai da moltissimi anni. Ho pensato quindi – prosegue Sanfilippo – di contattare subito il Sindaco Enzo Sindoni, il quale (pur trovandosi fuori sede) con  grande entusiasmo, mi ha indicato di prendere accordi con l’ing. Gatto e di segnalare nel contempo la questione al Vice Sindaco Aldo Leggio, che avrebbe dovuto eventualmente apporre la propria firma sulla richiesta in sua vece. La richiesta è stata inviata a mezzo PEC con nota prot. 4011 del 15.02.2016. Questa è la fedele ricostruzione dei fatti – commenta ancora il Consigliere – chiamo chiunque a smentirmi e rendo onore al merito di chi ha saputo ascoltare, disponendo il tutto con la massima sollecitudine, per non perdere un’opportunità vitale per Capo d’Orlando. Ricordo inoltre all’attuale Sindaco, che sin dall’avvio del presente mandato amministrativo, come nel mio stile, ho manifestato la mia più ampia disponibilità a confrontarmi ed a contribuire, così come ho fatto in passato anche per i lavori di completamento del porto, a qualsiasi iniziativa utile allo sviluppo ed alla reale crescita di Capo d’Orlando. Confido nel rispetto dei termini assegnati dalla Regione per la consegna degli elaborati progettuali completi, al fine di non vanificare gli sforzi da me, dagli uffici comunali e dagli amministratori del tempo, immeritatamente compiuti. Confido infine – conclude Sanfilippo – che l’Amministrazione, terminato ormai da tempo il periodo di prova, si svegli definitivamente dal torpore e dalle quotidiane indecisioni, cercando di fornire le risposte più adeguate che tutta Capo d’Orlando merita, a partire dall’ordinario, per evitare di dover procedere ancora con il passo del gambero”.

    Condividi: