Basket, Torrenova a due passi dalla serie C

    Basket, Torrenova a due passi dalla serie C

    Prenderà il via domani la finale Play-Off del campionato di Serie D tra Basket Giarre e Confezioni Corpina Torrenova. Non sarà certo semplice per le Aquile affrontare la prima classificata del girone Sud, ma la squadra di coach Bacilleri arriva carica e senza alcun timore reverenziale alla prima sfida della serie di Finale (al meglio delle 3 gare). A presentare la sfida è proprio coach Bacilleri: «Siamo concentrati sulla sfida che ci attende, consapevoli che sarà difficile ma che nulla è impossibile. In settimana ci siamo allenati bene, preparando al meglio delle nostre possibilità quella che per noi sarà la prima partecipazione ad un evento importante come questo. Siamo coscienti dell’importanza di queste gare, ma non siamo preoccupati. Ce la giocheremo a viso aperto, dando il 110% di quello che abbiamo in corpo. Giarre è una squadra forte, per noi sarà importante giocare come sappiamo e rimanere mentalmente in partita per tutti e 40’. Dovremo essere preparati ad affrontare le difficoltà che ci saranno soprattutto fuori casa, sapendo che loro approcceranno alla gara in maniera decisa». Coach Bacilleri fa anche una piccola analisi della stagione delle sue Aquile, fin qui molto positiva, alla vigilia di Gara-1: «Sapevamo di essere una buona squadra che poteva dare filo da torcere a tutti, ma aver raggiunto la Finale Play-Off è qualcosa che ci inorgoglisce parecchio e ci dà ottime indicazioni sul cammino e sulla bontà del progetto della Cestistica Torrenovese. Adesso ci giochiamo una serie che potrebbe davvero significare molto per il presente ma soprattutto per il futuro della pallacanestro a Torrenova». Chiusura dedicata ai tifosi delle Aquile: «Saranno molto importanti in queste gare. Dovessero esserci anche in trasferta porterebbero maggior entusiasmo ai ragazzi, trasmettendogli una carica suppletiva. In qualunque modo dovesse terminare Gara-1, poi, al PalaTorre poi sono sicuro che ci trasmetteranno una grinta e un calore incredibile. Sono certo che i tifosi delle due squadre saranno decisivi nel risultato finale di questa serie».

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.