La Betaland si ferma a Varese e viene agganciata da Trento al...

    La Betaland si ferma a Varese e viene agganciata da Trento al quarto posto

    La Betaland Capo d’Orlando è sconfitta 74-72 al Pala2A di Masnago dall’Openjobmtis Varese. I paladini sono stati quasi sempre sotto nel punteggio, ma hanno saputo tenere botta e reagire, spaventando anche Varese nel finale quando dal -11 sono tornati al -2 palla in mano. Il finale sfortunato ha decretato la vittoria meritata di Varese. Non è servito un Dominique Archie praticamente perfetto (7/9 da 2, 3/4 da 3, 3/3 ai liberi) che ha chiuso con 26 punti e 8 rimbalzi.
    Openjobmetis Varese – Betaland Capo d’Orlando 74-72 (20-20; 43-36; 63-58)
    Openjobmetis Varese: Johnson 15, Anosike 12, Maynor 2, Avramovic ne, Pelle 4, Bulleri 9, Rossi ne, Cavaliero, Kangur 12, Ferrero 11, Eyenga 9, Canavesi. All.: Caja.
    Betaland Capo d’Orlando: Galipò, Tepic 8, Iannuzzi 2, Laquintana, Nicevic ne, Delas 8, Diener 16, Donda ne, Ivanovic 8, Archie 26, Stojanovic 4. All.: Di Carlo.
    I primi quattro punti della partita arrivano da una penetrazione sulla linea di fondo di Ferrero e da Stojanovic, che perde la maniglia ma trova il fondo della retina per il 2-2 iniziale. Johnson e Anosike portano la Openjobmetis sul +4, ma cinque punti consecutivi di Archie valgono il primo vantaggio Betaland della partita (6-7). Eyenga vola a riportare avanti i suoi, Archie mette la bomba, gli risponde Ferrero, Diener realizza e subisce il fallo, completando l’azione da tre punti che serve a riportare avanti i suoi (12-13 dopo 5′). Anosike e Johnson dalla lunetta portano Varese sul +3 (16-13), ma ci pensa ancora Diener, con la bomba in uscita dai blocchi, a tenere avanti la Betaland e Delas dalla lunetta allunga il vantaggio paladino portandolo a 4 lunghezze (16-20 dopo 8’20”). Johnson e Bulleri, che realizza dalla media allo scadere dei 24” fissano il punteggio sul 20 pari al 10° minuto di gioco. Kangur apre il secondo quarto proseguendo il break dei biancorossi, Iannuzzi dalla lunetta la impatta a quota 22, ma l’8-0 di parziale costruito da Pelle, Kangur e il contropiede di Johnson vale il +8 (30-22). La bomba di Ivanovic interrompe il break varesino, ma con Kangur e Anosike Varese è sul +10 dopo 15′ (35-25). I biancoazzurri non ci stanno e con un break di 0-6 firmato Archie e Stojanovic si portano a due possessi di distanza. A seguito di uno scontro arriva la doppia espulsione per Stojanovic e Cavaliero e il fallo tecnico alla panchina di Capo d’Orlando, che manda Johnson in lunetta a mettere il +5 (36-31). Ivanovic e Delas sono imprecisi dalla lunetta e Pelle e Bulleri allungano fino al nuovo +8 (40-32 al 29′). Quattro punti di fila di Archie riavvicinano la Betaland, ma la bomba di Bulleri manda le squadre al riposo lungo sul 43-36. Kangur apre il terzo quarto mettendo il +9 Varese, i paladini non mollano e con la tripla di Diener e Milenko Tepic sugli scudi si portano sul -2 (49-47 a metà del terzo quarto). I padroni di casa però sono più solidi e con Anosike, Maynor e le bombe di Eyenga e Ferrero, che infiammano il Pala2A, vanno sul massimo vantaggio, +11 (60-49 dopo 28′). Ivanovic risponde immediatamente con la tripla, e il fallo antisportivo fischiato ad Anosike, che dà una gomitata in faccia a Iannuzzi a rimbalzo, manda in lunetta Diener, che poi in transizione si arresta e mette una bomba fuori da ogni logica che vale il -4 Betaland (62-58 a 29’30”). A tempo scaduto Kangur va in lunetta ad aggiustare il punteggio mandando le squadre all’ultimo mini-intervallo sul 63-58. Il break di 6-0 in avvio ultimo quarto firmato Bulleri, Ferrero ed Eyenga vale il nuovo +11 Openjobmetis (69-58 a 7′ dal termine). I paladini non sono mai domi e riescono a prendere in mano l’inerzia del match mettendo un break di 0-9 con Archie che mette la bomba, poi nel pitturato trova il fondo della retina e quattro di fila di Delas nell’area pitturata per un nuovo -2 (69-67 a 1’21” dalla fine). Johnson trova due punti e subisce il fallo mettendo il tiro libero aggiuntivo che vale il +5 (72-67). La bomba di Archie per il -2 a 53” dalla fine dà ancora speranza a Capo d’Orlando (72-70): la Betaland ha il possesso per provare a pareggiarla, ma perde palla ed Eyenga può andare in contropiede a mettere due possessi tra le due squadre, con Archie che da sotto la chiude sul 74-72.
    DICHIARAZIONI
    Coach Di Carlo: «Complimenti alla Pallacanestro Varese. Ha vinto meritatamente quest’incontro, una partita molto intensa sotto il profilo fisico e agonistico. Sono contento per come ha giocato la mia squadra data anche come si era messa la situazione per noi. Abbiamo trovato soluzioni e buone trame nonostante la difesa di Varese fosse accorta e forte nei nostri confronti. Siamo addirittura riusciti ad avere per un pò l’inerzia della gara dalla nostra parte e ad un certo punto pensavamo di poter fare il colpo. Ci sono state tante cose positive in questa partite e ripartiamo da questa partita. Abbiamo perso, ma ci portiamo a casa da Varese alcuni aspetti di cui possiamo essere soddisfatti e su cui possiamo ripartire. Inizia una settimana importante per noi, giocheremo in casa con Reggio Emilia e vogliamo assolutamente vincere perché vogliamo arrivare il prima possibile a 30 punti e provare a qualificarci matematicamente ai playoff con anticipo».

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.