Ci sarà anche Berzins nella Betaland che ospita Reggio Emilia

    Ci sarà anche Berzins nella Betaland che ospita Reggio Emilia

    CAPO D’ORLANDO Tutti abili ed arruolabili gli 8 “titolari” che da qualche settimana tirano la carretta nella Betaland, oggi alle 18.15 al PalaFantozzi (arbitri Begnis, Vicino e Morelli, diretta su radio Italia anni 60) nello spareggio play-off della 10^ di ritorno di serie A contro una quasi bestia nera come Reggio Emilia, vittoriosa all’andata 80-70 e nei quarti di finale di Coppa Italia a Rimini in volata (63-61). Il nono, Sandro Nicevic, non sembra ancora in grado di dare una mano sul parquet dopo sei mesi di stop che a 40 anni pesano il doppio, ma fuori dal campo è il leader ed il capitano ideale per una squadra che non vuol fermarsi al quarto posto ex-aequo attuale che, in caso di successo stasera, potrebbe diventare addirittura il terzo visti gli impegni delle rivali dirette. Il decimo, l’ala lettone Janis Berzins, siederà in panca insieme ai compagni dopo il brutto infortunio subito nel corso di Capo d’Orlando-Torino dello scorso 17 ottobre 2016. Dal prossimo match ci sarà il giocatore che manca per completare il roster. Nemmeno come pesce d’aprile è arrivato anche se ormai i tempi sono maturi ed in settimana il velo dovrebbe essere tolto. Di certo sarà un crack e sicuramente un elemento verticale, ovvero un lungo atletico e dinamico come e più di Archie per supplire al gap fisico che nelle ultime giornate e negli auspicabili play-off potrebbe avere un peso determinante. Andando alle curiosità del match odierno il reggiano Aradori è alla presenza numero 350 in Serie A e De Nicolao alla duecentesima. L’orlandino Archie è a 4 punti dal diventare il miglior marcatore in Serie A di Capo d’Orlando raggiungendo Alvin Young a quota 667. Considerando solo le partite in casa Capo D’Orlando è la squadra che subisce meno punti in campionato, solo 70.8 di media a partita. Percentuali al tiro molto simili tra le due squadre nelle gare giocate in casa per la Betaland e quelle in trasferta della Grissin Bon Capo d’Orlando in casa 50,6% da due e 35% da tre, Reggio Emilia in trasferta 50.8% da due e 36,3% da tre. Reggio Emilia nelle gare in trasferta è la seconda squadra del campionato per valutazione con 79,9 di media dietro solo a Milano. Allenatori: Tutti a favore di Menetti i 3 precedenti tra i due coach, Di Carlo non ha mai battuto Reggio Emilia. La posta in palio è alta anche per gli emiliani, staccati di 2 lunghezze, e si attende il pienone ed il calore delle grandi occasioni per dare la spinta necessaria ai paladini. Nelle parole della vigilia emerge già tutta la carica di un popolo che vuole coronare il sogno.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.