Barcellona, passa in Consiglio il Piano Triennale

    Barcellona, passa in Consiglio il Piano Triennale

    Il Consiglio Comunale di Barcellona Pozzo di Gotto ha approvato il Piano Triennale delle opere pubbliche. All’unanimità sono stati votati gli emendamenti presentati nella seduta dello scorso 24 marzo. Cancellato dal Piano il punto relativo al project financing legato al risparmio energetico sulla manutenzione della pubblica illuminazione, che era costato la bocciatura della precedente delibera. L’opposizione ha polemizzato per l’assenza in aula del sindaco Roberto Materia che, dal canto suo, ha affidato il suo pensiero ad una nota stampa in cui ribadisce che “per ben due sedute di Consiglio il Sindaco ha tracciato nei, nei suoi lunghi interventi, per filo e per segno le fasi dell’iter procedurale che l’amministrazione ha eseguito su ciò che gli uffici hanno proposto. Ricordiamo all’attuale opposizione ,ex amministrazione ,che sul punto pubblica illuminazione ,ha nel suo mandato accumulato solo ritardi senza mai trovare ne ricercare una soluzione pratica agli annosi problemi . Le perplessità giunte solo nell’imminenza delle sedute di approvazione del piano triennale delle opere pubbliche , benché la delibera tanto contestata fosse stata approvata e pubblicata nel lontano novembre scorso senza che nessuno sollevasse alcuna rimostranza, pongono l’amministrazione nella condizione di apporre modifiche solo dopo un atto formale che è stato votato qualche giorno fa dal Consiglio comunale , a questo punto l’Amministrazione non si sottrarrà di certo ai successivi adempimenti , cosi come non si è mai sottratta al confronto con tutte le forze di maggioranza effettuato sia prima della bocciatura del provvedimento ma soprattutto in previsione della nuova valutazione effettuata da parte del Consiglio. Insieme si è addivenuti alla conclusione di procedere nel modo più rapido possibile al fine di evitare gravi danni per i cittadini fornendo in tempi brevi l’Ente di un documento programmatico e del consequenziale bilancio di previsione 2017. A questo punto – prosegue Materia – si valuterà la soluzione ottimale ,riguardo l’efficentamento energetico, da intraprendere considerando che a farne ne spese di mancanze e inadempienze sono esclusivamente i cittadini di Barcellona Pozzo di Gotto”.

    Condividi: