Ambulanze dimezzate in Provincia di Messina: ecco il dettaglio

    Ambulanze dimezzate in Provincia di Messina: ecco il dettaglio

    E’ la provincia di Messina a pagare il conto più salato della nuova rete sanitaria che ha modificato anche la mappa delle ambulanze con medico a bordo (MSA). In provincia, appunto, passano da 26 a 13 e monta la protesta degli operatori.  «Qualcuno dovrebbe venire qui a spiegare cosa c’è di scientifico in questi tagli – afferma Domenico Runci, direttore della centrale operativa del 118 di Messina – la zona dei Nebrodi rimane sostanzialmente scoperta, nei Comuni di Milazzo e Barcellona (circa 75mila abitanti) resta un solo mezzo medicalizzato. A Taormina non ne rimane nemmeno uno e in tutta la fascia ionica tra Messina e Taormina abbiamo solo tre ambulanze con medico a bordo. Sono scelte folli».
    Nel dettaglio, sono state confermate le ambulanze medicalizzate a Messina Sud, Scaletta Zanclea, Santa Teresa di Riva, Torregrotta, Barcellona, Brolo, Capo d’Orlando, Sant’Agata di Militello, Santo Stefano di Camastra, Novara di Sicilia, Tortorici, Cesarò e Salina. Perdono il medico a bordo, trasformandosi in Mezzi di soccorso di Base: Messina Papardo, Policlinico, Piemonte, Letojanni, Taormina, Francavilla di Sicilia, Saponara, Milazzo, Falcone, Patti, San Piero Patti e Lipari.

    Condividi: