Morbillo, solo ieri otto casi in provincia di Messina

    Morbillo, solo ieri otto casi in provincia di Messina

    Dall’inizio dell’anno ad oggi in Italia si sono verificati 1500 casi di morbillo, a fronte degli 800 nello stesso periodo dell’anno scorso. E’ un allarme che desta preoccupazione tra gli esperti. Nel 2016 in Sicilia la media regionale delle vaccinazioni si è abbassata all’81,1%, lontano da quel 95% considerato ottimale. E nei primi tre mesi del 2017 sono già una trentina i casi di morbillo registrati nella provincia di Messina, otto solo nella giornata di ieri. «Non è facile fermare il contagio se non si può contare su una copertura vaccinale – spiega Mario Palermo, direttore del Dipartimento attività sanitarie e osservatorio epidemiologico (Dasoe) Igiene pubblica e rischio ambientale dell’assessorato alla Salute della Regione siciliana – . E’ il risultato dell’idiozia degli italiani che corrono dietro le ombre: qualcuno dice che il vaccino contro il morbillo fa venire l’autismo e diminuiscono le vaccinazioni».  “Il calo della media regionale delle vaccinazioni contro il morbillo è legato soprattutto al calo delle vaccinazioni nelle Asp di Messina, Catania e Siracusa” spiega ancora Mario Palermo. Nel 2016 a Messina la copertura è stata del 69,5% – “dato che si ripete da quattro-cinque anni” sottolinea, a Catania il 76,6% e a Siracusa il 78,8%. Vanno meglio Trapani (83,7%), Caltanissetta (84%), Ragusa (84,9%), Palermo (85,7%) e Agrigento (87,2%). Fiore all’occhiello dell’isola, Enna dove le vaccinazioni anti morbillo hanno raggiunto la percentuale del 90,8.

    Condividi: