Santo Stefano: sventato furto di barche, tre arresti

    Santo Stefano: sventato furto di barche, tre arresti

    I Carabinieri di Santo Stefano di Camastra, proprio nel giorno in cui si firmava il patto per MASTERPLAN fra gli enti locali interessati alla realizzazione del futuro porto hanno arrestato tre persone che, nella notte, nella zona di “Barche Grosse” stavano rubando oggetti e natanti. I carabinieri hanno pertanto sgominato una banda di palermitani in trasferta: Salvatore Giglio cl. 1978, Lodovico Martorana cl. 1981 e Pietro Palazzo cl. 1966, già noti alle Forze dell’Ordine.
    I malviventi erano giunti nel paese della ceramica a bordo di due autovetture, delle quali, una rubata il giorno precedente a Monreale (e già attrezzata con il gancio di traino per portare via un natante su carrello ed una Hyundai Atos di proprietà di uno dei ladri. Equipaggiati di vari attrezzi atti allo scasso ed approfittando della copertura offerta dalla notte, i ladri erano intenti ad armeggiare sulla battigia smontando batterie e pezzi da un motore fuoribordo di un natante. Fortuito l’intervento di una pattuglia in servizio che è riuscita a sgominare il tentativo di furto. I tre malviventi, dopo la convalida dell’arresto, sostenuta davanti al Gip del Tribunale di Patti, a cura del Sostituto Procuratore Dott. Luca Melis, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

    Condividi: