Acquedolci, precari in agitazione

    Acquedolci, precari in agitazione

    Dopo Capo d’Orlando, anche ad Acquedolci precari sul piede di guerra. Sono entrati in stato d’agitazione i dipendenti a tempo determinato che non percepiscono lo stipendio da 5 mesi. Nell’assemblea svolta nella sala consiliare del Comune, i sindacati CGIL, la CISL, il Diccap, la  CSA e le componenti RSU indice puntato contro il sindaco Ciro Gallo.  “Malgrado i vari solleciti – scrivono i sindacati in una nota – l’Amministrazione Comunale non ha dato informazioni certe in merito alla regolarizzazione dei pagamenti arretrati. Il Sindaco, malgrado invitato, è risultato assente. Ormai non si riesce – prosegue la nota – ad avere una seria interlocuzione con l’Amministrazione e non è dato sapere quale e quante risorse in atto sono nella disponibilità per pagare gli stipendi”.

    Condividi: