La Betaland ko con onore a Brindisi è nona ma…

    La Betaland ko con onore a Brindisi è nona ma…

    Non bastano 20 punti di Kikowski, 18 di Ivanovic, 12 di Diener e 10 di Delas alla Betaland Capo d’Orlando, che al PalaPentassuglia esce sconfitta 87-75 contro l’Enel Brindisi. I biancoazzurri cedono per la sesta volta consecutiva ma si batte fino all’ultimo in Puglia pur in condizioni menomate e deve attendere gli ultimi 40’ per agganciare nuovamente il treno play-off che dopo il 29° turno è sfuggito per differenza canestri. Senza Archie e Stojanovic coach Di Carlo sceglie Ivanovic, Kikowski, Diener, Tepic e Delas e grazie all’ultimo arrivato ed a Diener parte bene. Alla fine del primo quarto Brindisi-Capo d’Orlando 23-21. Sono 8 i punti per Kikowski, 6 per Diener. Poi la tripla di Spanghero apre una voragine per la Betaland che perde palloni e fiducia subendo un micidiale break di 16-4 che indirizza il match spareggio a favore dei padroni di casa visto che i paladini non trovano più la via del canestro sbagliando anche conclusioni elementari. Di Carlo prova anche la zona ma l’energia dei brindisini non permette agli ospiti di rientrare con il divario che si allunga. Da segnalare in questa fase il rientro per qualche battuta di Nicevic ed il ritorno dopo sei mesi di Berzins che serve un assist per . Si chiude il primo tempo al PalaPentassuglia di Brindisi: all’intervallo lungo è 52-41. 12 punti per Diener, 10 per Kikowski. Brindisi prova a scappare andando anche sul più 15 ma Capo d’Orlando con cuore e grinta è rimasta sempre in scia: 67-59 al 30′. 15 punti per Ivanovic, 14 per Kikowski. In avvio di ultimo periodo la Betaland produce il massimo sforzo arrivando anche a meno 3 (67-64 al 32’) con bomba dall’angolo di un ottimo Kiko. Poi, però, arrivano un paio di incertezze per le troppe palle perse e l’Enel va nuovamente in fuga chiudendo con una vittoria in doppia cifra che ribalta il meno 4 dell’andata ed anche lo scarto di 6 lunghezze che avrebbe potuto far comodo ai paladini in caso di arrivo a pari punti a tre con Pistoia che, peraltro, dopo tante settimane, li relegano alla penultima giornata fuori dalle prime otto. Ma con Pesaro salva la Betaland che aspetta i marchigiani nell’ultima giornata in calendario domenica 7 alle 20.45 dovrebbe chiudere a 30 punti e la palla passa a Venezia che ospiterà Brindisi (28 punti) dovendo difendere la seconda piazza, mentre i toscani (28) si giocano la post season ospitando Brescia in un altro spareggio.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.