La Costa d’Orlando inizia il count down

    La Costa d’Orlando inizia il count down

    Amichevole di alto livello per l’Irritec Costa d’Orlando, che nella serata di domenica 30 aprile ha affrontato presso il Centro Viola di Reggio Calabria il Basketball Lamezia, compagine calabrese qualificata, come il club del presidente Giuffrè, per la fase nazionale di C Silver che per i paladini scatterà sabato 6 maggio alle ore 18:30 al “PalaValenti” contro la Pallacanestro Sarno. In terra calabra, la Costa d’Orlando ha assaggiato il ritmo play-off imposto da Lamezia. La grande aggressività e l’alto tasso d’intensità hanno messo a dura prova gli uomini di coach Condello, tra l’altro orfani dell’acciaccato Bjegovic. I biancorossi, fermi da quasi due mesi, hanno sofferto soprattutto nel primo quarto, che è servito per ritrovare un po’ di quel “sapore di parquet” che ultimamente è mancato. Sgrò e compagni hanno comunque risposto presente durante l’arco dell’incontro, fornendo utili indicazioni in vista dell’esordio ufficiale nella fase nazionale. «Ci sono sicuramente cose da migliorare – ammette coach Giuseppe Condello -. Stare due mesi fermi non è stato positivo ma abbiamo lavorato bene e questa amichevole così intensa può farci solo bene per ritrovare un po’ di ritmo. Sabato affronteremo una squadra forte e lo faremo con la solita consapevolezza nei nostri mezzi, consci però del fatto che servirà grande concentrazione ed umiltà perché il livello dei playoffs sarà molto alto e nessuno ci regalerà niente».

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.