Basket, festa doppia in serie B per Barcellona e Patti

    Basket, festa doppia in serie B per Barcellona e Patti

    Barcellona risorge nella ripresa ed allunga la serie del primo turno dei play-off di serie B contro S.Elpidio, battuta 70-66 in rimonta nelle Marche e riportata a gara 3 in programma sul parquet del PalAlberti, domenica con palla a due alle 18. La vincente affronterà in semifinale o Campli o Forlì, anch’esse costrette a ricorrere alla decisiva bella. Comprensibile la gioia della squadra e del gruppo di tifosi giallorossi recatisi di persona nelle Marche e dei tanti supporter che hanno seguito la squadra dalla Sicilia, pronti a gremire come ai bei tempi il Palalberti per stare vicino ai giallorossi.
    Sempre nel girone C Patti mantiene la terza serie nazionale di pallacanestro con una grande vittoria a Maddaloni (56-59). I ragazzi di coach Sidoti hanno raggiunto l’obiettivo prefissato da inizio stagione al termine di una partita combattuta, durante la quale la squadra campana non ha mai mollato ma Patti è rimasta lucida e concentrata ed è riuscita a portare a casa la gara più importante della stagione. Un gruppo fantastico, formato da pattesi che hanno portato in alto la propria città battendo anche formazioni ben più blasonate, con un finale di stagione meraviglioso con 5 vittorie consecutive tra stagione regolare e playout. Tutto questo senza poter usufruire già da fine marzo del play titolare Daro Gullo e per buona parte dell’ala Kevin Cusenza, ultimo arrivato in casa pattese, entrambi pedine fondamentali del roster. Un plauso va a tutti i giocatori che hanno messo piedi sul parquet, inutile citarli, tutti hanno dato quel qualcosa in più per raggiungere un obiettivo così prestigioso come quello di mantenere la serie B, dal primo all’ultimo. Complimenti alla dirigenza che ha sempre lavorato dietro le quinte affinché la macchina organizzativa funzionasse nel miglior modo possibile, ed allo staff tecnico, semplicemente fenomenale il lavoro svolto da coach Pippo Sidoti e il preparatore atletico Franco Pichilli, duo inseparabile, ormai garanzia di risultati e crescita dei giovani talenti. Infine i meriri vanno anche al pubblico, sia quello che ha creduto in questo progetto e in questa idea di pallacanestro, sia quello che ha pensato che questo percorso fosse perdente già in partenza.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.