Diffamazione, chiusura indagini per il vicesindaco e nove consiglieri di Brolo

    Diffamazione, chiusura indagini per il vicesindaco e nove consiglieri di Brolo

    Sono undici gli avvisi di conclusione indagini per l’ipotesi del reato di diffamazione notificati ad amministratori, consiglieri comunali e funzionari del Comune di Brolo.
    A presentare la denuncia, quasi un anno fa, era stato l’ex presidente del Consiglio Comunale Nino Ricciardello che si era sentito leso dalle dichiarazioni fatte in aula dal Vicesindaco Gaetano Scaffidi Lallaro durante la discussione sul rendiconto finanziario del 2013. Scaffidi aveva parlato di “falsa rinegoziazione di mutui contratti con la cassa Depositi e Prestiti” e di una “operazione che ha creato un danno ingente alle casse comunali”. Oltre al vicesindaco Scaffidi Lallaro, l’accusa di diffamazione e a carico della funzionaria comunale Grazia Curasì, responsabile dell’istruttoria e dei nove consiglieri comunali che hanno votato la proposta. “Auspichiamo che la magistratura faccia chiarezza – replica in una nota l’amministrazione comunale di Brolo – ma rimaniamo basiti nell’apprendere la notizia della chiusura indagini per diffamazione. Con l’approvazione del rendiconto finanziario 2013, si sono riportati esclusivamente i fatti sui quali, pure, il sindaco Ricciardello ha presentato esposto alla Procura e alla Corte dei Conti”.

    Condividi: