La Betaland fa l’impresa sbancando Milano in garauno dei play-off

    La Betaland fa l’impresa sbancando Milano in garauno dei play-off

    Capolavoro Betaland che sbanca con pieno merito il Forum vincendo 87-80 sul parquet dei campioni d’Italia dell’Armani al termine di un match dominato fin dall’inizio con parziale di 2-12 e 8-18 e poi 33-43 in avvio di terzo periodo. Un successo inatteso ma che premia una squadra, uno staff tecnico ed una società impeccabili che alla seconda esperienza nei play-off scudetto riesce finalmente a centrare la prima vittoria avendo perso 3-0 la serie dei quarti nel 2008 contro Avellino. Una grandissima Betaland Capo d’Orlando nel primo quarto di gara al “Forum”: al 10′ paladini avanti 10-18 grazie ai canestri di Iannuzzi (6 punti), Diener e Ivanovic (3). Una splendida Betaland è avanti 33-39 all’intervallo lungo. Al “Forum” di Assago l’Olimpia rientra a metà parziale, ma i canestri di Kikowski e Iannuzzi (9 per punti per uno) ricacciano indietro i padroni di casa. Una bomba da casa sua di Simon dopo una palla strappata da Cinciarini porta l’Ea7 sul 44-47, la svolta anche se Iannuzzi fa 15 sui 20′ di impiego. Ma ancora una palla vagante catturata dal Cincia premia la tripla di Hickman. Però Tepic fa due magate con una bomba sullo scarico perfetto di Delas e con un contropiede chiuso con un assist dietro la schiena a Kikowski per il 47-54 che poi ridiventa vantaggio in doppia cifra con un doppio siluro del rientrante Dominique Archie che scrive il momentaneo vantaggio massimo dei paladini sul 47-60 al 28′ che Diener in transizione arrotonda chiudendo un micidiale 2-15 di parziale per il 49-64 al 29′ con terzo periodo che va in archivio sul 51-64 con la squadra strafavorita tenuta a poco più di 50 punti sul suo parquet nonostante la superiorità a rimbalzo dei locali, che prima di garauno erano anche la squadra che tirava nettamente meglio dai 6.75. Due recuperi figli di altrettante perse Betaland riaccendono il Forum con Pascolo, il migliore delle scarpette rosse, a firmare il meno 9 al 33’38”. Sul meno 7 ci pensa Delas con un sottomano mancino su assist di Tepic a riportare il vantaggio in doppia cifra grazie all’aggiuntivo per il fallo subito. Ma Cinciarini e Pascolo sono devastanti e fanno meno 6 ma Tepic tira fuori dal cilindro due liberi ed una tripla che fanno più 11 anche se le proteste di Nicevic dopo un canestro di Pascolo forse irregolare costano il tecnico che Milano sfrutta per portarsi sul 73-77 con un canestro al volo di Pascolo. Due errori ai liberi di McLean rilanciano la Betaland che con il redivivo Iannuzzi fanno 1/2 prima del punto numero 24 di un immenso Pascolo per il 75-78 al 38’30”. Un fallo e tecnico a Hickman, out per 5, portano in lunetta Delas che fa 1/2 con Diener a trasformarne un altro per il 75-80 che Ivanovic amplia da 3 con Iannuzzi a mettere il punto esclamativo schiacciando in contropiede per una vittoria storica, la seconda a Milano per i biancoazzurri dopo quella del 2007, con lacrime generali anche dei 100 tifosi orlandini presenti sugli spalti. Unica nota stonata l’infortunio al ginocchio sinistro appena operato per Archie dopo una stoppata al 38′ che ne potrebbe mettere in dubbio l’utilizzo in garadue in programma domenica alle 19.30 sempre al Forum.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.