Vacanze gioco romane per il Circolo Tennis Capo d’Orlando

    Vacanze gioco romane per il Circolo Tennis Capo d’Orlando

    Anche il Circolo Tennis Capo d’Orlando ha affrontato il viaggio a Roma al Foro Italico nella settimana che ha preceduto il via agli Internazionali d’Italia. Un’esperienza ricca di emozioni inserita nel contesto del “Progetto Racchette di classe” presentato dal Maestro SalvatoreGasparo attraverso la Federazione Italiana Tennis con il club paladino e l’Istituto Comprensivo N° 1 di Capo d’Orlando. ct capo partenza
    Quattro dei bambini selezionati dai vari tornei e prove atletiche che hanno ottenuto il miglior risultato si sono guadagnati due giorni a Roma, tutto spesato dalla nostra Federazione Italiana Tennis, incontrandosi con i bambini provenienti da tutta Italia in partite di tennis e prove atletiche e conoscendo anche alcuni ex campioni come Rita Grande. ct capo con rita grande
    Insomma una grande festa tutta per Alessio Scarvaci, Pietro Conforto, Sofia Riolo ed Elena Fascetto, accompagnati anche dalla Maestra Mimma Librizzi e dalla Maestra Annamaria Sanfilippo. Una full immertion molto formativa dopo aver condiviso con armonia e piacevole compagnia momenti sportivi dettati da grinta, impegno, divertimento ed equilibrio. ritorno ct capo
    “Grazie ai bambini che sono stati meravigliosi, grazie alla Maestra Mimma Librizzi, grazie alla Maestra Sanfilippo Annamaria ,grazie al Dirigente dell’ istituto comprensivo N°1. Grazie all’organizzazione della Federazione Italiana Tennis e l’Istituto di formazione Roberto Lombardi Scuola Maestri italiana, ed infine grazie a me stesso”, il commento finale dell’infaticabile Salvatore Gasparo.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.