Di Carlo e Repesa affilano le armi in vista di garatre

    Di Carlo e Repesa affilano le armi in vista di garatre

    La caccia al biglietto di garatre della serie finora più incerta dei quarti di finale prosegue e si va verso il tutto esaurito domani sera al PalaFantozzi quando alle 20.30, con diretta su Radio Italia anni 60, andrà in scena Betaland-EA7 atto terzo, affidato a Filippini, Rossi e Paglialunga. Tra i locali dovrebbe rientrare Dominique Archie con Mario Ihring in tribuna. Ecco il commento dei due coach dopo garadue. Gennaro Di Carlo: «Abbiamo cercato di mettere un po’ paura a Milano e credo che per tre quarti ci siamo riusciti. Sono orgoglioso di quello che la squadra ha fatto in campo oggi e in generale in queste due prime gare. Se qualcuno mi avesse detto che saremmo tornati a casa con una vittoria mi sarei ubriacato per una settimana, dunque, torniamo a casa convinti di aver dato tutto quello che potevamo dare. Adesso la serie si sposta già a Capo d’Orlando, cercheremo di ritornare a Milano, provando a vincere una delle due a Capo. Ci prepareremo per questo, sappiamo che Milano secondo me sta crescendo. Però venderemo cara la pelle, si è visto anche stasera, vogliamo dare filo da torcere a Milano. La nostra è una squadra che ha carattere, il nostro lo faremo sempre. Stasera abbiamo dovuto fronteggiare l’assenza di Archie, che per noi è chiaramente molto importante, ma Berzins ha dimostrato di essere un ragazzo con tanto cuore e ha fatto una grande partita dopo un infortunio grave in stagione. La consapevolezza c’è, ma non dobbiamo mai perdere di vista che giochiamo contro Milano. Siamo determinati nel cercare di fronteggiare una squadra tosta come l’Olimpia sapendo che abbiamo dei limiti. È chiaro che cerchiamo di nasconderli quelle che sono le nostre debolezze ed esaltare i nostri punti fi forza. Mi auguro di poter tornare qui ancora. Penso che Milano ha giocatori importanti, gente che calca i parquet d’Europa da tanto tempo. Ci aspettavamo la loro reazione, il loro orgoglio, ma volevamo tenere Milano sempre a contatto sperando di creargli ansia. Siamo stati in partita per più di tre quarti di gara, poi le energie sotto canestro sono venute meno per noi. Li la partita si è spezzata e non siamo più riusciti a rientrare». Questo, invece, il Repesa pensiero. “Molto meglio rispetto alla prima partita, in particolare l’attenzione in difesa non concedendo canestri facili in contropiede, loro punto di forza che ci aveva fatto molto male in gara 1. Loro sono una squadra dal grande valore, che gioca una ottima pallacanestro. Abbiamo pareggiato in questa serie dove nulla è scontato, dobbiamo già essere pronti per preparare la prossima partita considerando che andiamo lì con una sola vittoria. Indubbiamente non siamo ancora al top per i tanti problemi che abbiamo avuto durante l’anno, ci vuole tempo per recuperare tutti ma l’importante è non partire presuntuosi rispettando sempre gli altri. Dispiace per alcuni tifosi che dietro la panchina si lamentano di giocatori che sono in campo o fuori, questo non influenza me che ho tanta esperienza ma sicuramente non fa bene ai giocatori ed alla loro concentrazione”.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.