“Lorena uccisa due volte”

    “Lorena uccisa due volte”

    Sconcerto e indignazione riempiono le piazze virtuali dopo la notizia della concessione degli arresti domiciliari a Gaetano Forestieri, condannato a undici anni di reclusione con rito abbreviato per il reato di omicidio stradale. Forestieri, in concorso con Giovanni Gugliandolo, provocò la sera del 25 giugno 2016 un incidente  che causò la morte della giovanissima Lorena Mangano. Gaetano Forestieri è stato affidato dal 23 dicembre scorso alla Struttura Residenziale “Santa Maria della Strada” a Messina in quanto avrebbe manifestato “sincero ripensamento” per la folle corsa in auto nel centro di Messina, e, secondo il giudice, non vi sarebbero stati i presupposti di reiterazione del reato. L’indignazione, però, monta su Facebook. Non si contano i post contro una decisione ritenuta incomprensibile: “Lorena è stata uccisa una seconda volta”.

    Condividi: