Up & down del Circolo Tennis Brolo

    Up & down del Circolo Tennis Brolo

    Come sempre a 360° il Circolo Tennis Brolo, impegnato in vari campionati a squadre a partire dalla serie D1 maschile dove oggi è giunta una preziosa vittoria per 3-1 sul campo del Tc Curcuraci. Contro i temibili padroni di casa è arrivata una vittoria molto importante in chiave promozione diretta in Serie C. Ottime prestazioni di Giovanni Giuffrè e Calogero Saieva nei singolari e del doppio Carmelo Torre-Giovanni Giuffrè, che portano altri 3 punti in campionato e la conseguente testa della classifica. Prestazione sottotono per Umberto Clemente, non a proprio agio sulla terra rossa, anche se avrà modo di rifarsi sul duro di casa, magari già nel prossimo e decisivo incontro, domenica 28 dalle ore 10.00 contro il Country Palermo.
    Risultati Singolari:
    GIUFFRE'(2.8)/Licata(3.4): 61 64
    SAIEVA(3.1)/La Spada P.(3.4):62 61
    CLEMENTE(3.3)/La Spada E.(3.5): 46 16
    Doppio:
    GIUFFRE’-TORRE/La Spada-La Spada:64 76(1)
    Invece esordio amaro per la “terza” squadra del CT Brolo in D3, sconfitta con onore nella trasferta di Merì, con vittoria di Fabio Parisi su Isgrò e le buone prove di Mauro Arena che cede solo di misura al terzo set a Gatto, e del doppio Parisi-Vivaldi che non riescono a trovare il pareggio per merito degli avversari che si impongono 10 punti a 5 nel decisivo super tie break. Disco rosso per Antonio Vivaldi contro l’esperto Gitto.
    Consapevoli della buona prestazione proveranno a rifarsi in casa, domenica 28 contro il Filari.
    Risultati Singolari:
    ARENA(4.2)/Gatto(4.1):26 63 46
    VIVALDI(4.3)/Gitto(4.1):06 16
    PARISI(4.3)/Isgro'(4.5):63 64
    Doppio:
    PARISI-VIVALDI/Gatto-Gitto:46 63 5/10ct brolo1

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.