Taormina off limits per tutta la settimana

    Taormina off limits per tutta la settimana

    L’allerta di primo livello è scattato a Taormina allo scoccare della mezzanotte. Nessun turista e nessun altro soggetto non autorizzato con apposito badge può accedere alla “Zms”, la Zona di massima sicurezza di Taormina, sino a tutta la giornata di sabato prossimo (27 maggio). Da oggi a Taormina, nel centro storico della città, potranno circolare soltanto i residenti che abitano nel perimetro della zona rossa, i lavoratori delle attività della zona e gli addetti ai lavori del G7, ovvero i delegati e i Capi di Stato e di Governo. A proteggere e blindare la zona rossa ci saranno 10 mila uomini dello Stato, 7 mila agenti delle Forze dell’Ordine, Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza, e 2900 militari dell’Esercito e dei vari corpi delle Forze Armate italiane.
    Per quanto riguarda l’organizzazione sanitaria, il direttore sanitario dell’Asp Domenico Sindoni ha annunciato che “Sposteremo il personale ospedaliero che arriverà da Barcellona Pozzo di Gotto, Milazzo e Patti” ha spiegato il direttore sanitario dell’Asp Domenico Sindoni. Gli ospedali di Messina e Catania saranno in stato di allerta, tutti gli altri in preallerta. E ha esortato il pubblico a “non smettere mai di fare quello che ritiene che sia giusto: più giusta è la tua battaglia, maggiore sarà l’opposizione da affrontare”. “Potranno attraversare il centro storico tutti quelli che sono residenti nella zona rossa o hanno attività commerciali perché bar, ristoranti, strutture ricettive” ha detto l’assessore rispondendo alle domande del conduttore di “Viaggi e Miraggi in Fm”, il giornalista Daniele Priori. In merito il manager dell’Asp ha dichiarato: “Noi non abbiamo ricevuto nessuna comunicazione ufficiale da parte dell’assessorato”. Poi il passare da reperibilità a guardia attiva è un costo aggiuntivo e anche gli straordinari devono essere ovviamente pagati. In totale i delegati che parteciperanno al Vertice saranno circa 2.000.

    Condividi: