Imprenditore vicino ai clan, scatta la confisca per 28 milioni

    Imprenditore vicino ai clan, scatta la confisca per 28 milioni

    La Direzione Investigativa Antimafia di Messina ha confiscato un ingente patrimonio a un imprenditore vicino ai clan mafiosi “Barcellonese” e “Santapaola” di Catania. Il provvedimento è scattato all’alba di oggi, in esecuzione di un decreto di confisca dei beni, emesso dal Tribunale di Messina. Sono stati così apposti i sigilli al patrimonio riconducibile a Salvatore Santalucia, imprenditore di Roccella Valdemone operante nel settore del movimento terra, della produzione del calcestruzzo e del comparto agricolo. Santapaola è ritenuto vicino ai clan mafiosi operanti nelle province di Messina e Catania, in particolare al clan di Barcellona Pozzo di Gotto e al clan “Santapaola” di Catania. Il provvedimento di confisca interessa aziende, terreni, fabbricati, veicoli e rapporti finanziari per un valore complessivo di oltre 28 milioni di euro.

    Condividi: