Sant’Agata: avviata “Inclusione sociale”, 32 lavoratori in servizio per 3 mesi

    Sant’Agata: avviata “Inclusione sociale”, 32 lavoratori in servizio per 3 mesi

    Nella foto Palazzo Crispi, sede del comune di Sant'Agata Militello

    Da ieri mattina e per i prossimi tre mesi, 32 lavoratori collaborano con il Comune di Sant’Agata Militello, in attività socialmente utili. Nelle scorse settimane la Giunta comunale, presieduta dal sindaco Carmelo Sottile, aveva approvato gli elenchi e la relativa graduatoria per l’Assistenza economica finalizzata, in forma di attività socialmente utile e servizio civico, prevista nel progetto “Inclusione sociale”.
    “Si tratta di una iniziativa a favore di disoccupati – afferma l’assessore ai lavori pubblici Giuseppe Puleo – che, per un periodo, seppur breve, in cambio di lavori socialmente utili, percepiranno delle somme che serviranno a dare sollievo a molte famiglie, costrette quotidianamente a fare i conti con le difficoltà provocate da una grave crisi economica e disoccupazione”.
    Per il progetto il Comune di Sant’Agata Militello ha una disponibilità di poco meno di 21 mila euro per i 32 richiedenti. Al Comune, entro i termini di scadenza fissati per il 14 marzo del 2017, erano pervenute 70 istanze di cui 55 ammissibili avendo i requisiti previsti dal regolamento. Dieci erano state ammesse con riserva, in attesa che venisse integrata la documentazione mancante e 5 escluse: due per rinuncia; due per reddito superiore al massimo previsto ed una in possesso della carta SIA.
    Il progetto Inclusione sociale – Prima e seconda annualità, secondo il nuovo regolamento e le nuove disposizioni regionali, prevede l’intervento di assistenza economica svolta in attività socialmente utili e servizi civici, per 32 richiedenti (16 più 16) che espleteranno 80 ore mensili per tre mesi per un totale di 240 ore ciascuno per un corrispettivo economico di massimo mille e duecento euro ciascuno.
    “Con i 32 lavoratori che potremo utilizzare – aggiunge l’assessore Puleo – il Comune potrà usufruire di servizi molto utili per la comunità, a cominciare dalla pulizia di ville e spazi di socializzazione. In particolare i 32 lavoratori saranno di supporto al personale comunale per la cura del verde nelle ville Bianco e Falcone e Borsellino, di aiuole nel centro cittadino e la pulizia di alcune strade lontane dal centro urbano che necessitano di interventi continui e che, per problemi di cassa, talvolta sono state un po’ trascurate”.
    “Si tratta – conclude Puleo – dell’ennesimo risultato positivo raggiunto da questa Amministrazione, che dimostra, ancora una volta, la grande attenzione e l’impegno nel seguire tutte le fasi del progetto perchè potesse essere realizzato e poter dare così, risposte concrete alle categorie più disagiate che fanno fatica a far quadrare il bilancio familiare”

    Condividi: