Calcio, la Futura chiama a raccolta gli imprenditori brolesi

    Calcio, la Futura chiama a raccolta gli imprenditori brolesi

    E’ tempo di bilanci ma anche di programmazione per la Futura Brolo. Dopo aver archiviato questa stagione con una positiva salvezza nel campionato di Promozione e aver raggiunto importanti traguardi con il settore giovanile, adesso è il momento di pensare a come poter affrontare i prossimi mesi. Per affrontare in maniera dignitosa la prossima stagione abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti – afferma il presidente della Futura Brolo, Vittorio Astone -. Diciamo grazie a chi, da anni, sostiene la Futura ma da oggi, dopo i tanti sacrifici fatti da ognuno di noi, solo con le forze economiche che ci hanno accompagnato in questo lungo percorso non siamo più in grado di andare avanti. Per continuare a coltivare il nostro movimento calcistico che innanzitutto punta alla valorizzazione dei giovani e che prova a regalare piccole soddisfazioni al paese grazie alla prima squadra, serve uno sforzo maggiore da parte dell’imprenditoria brolese. La Futura ha messo in risalto il nome del comune di Brolo in tutta la Sicilia sia con la prima squadra che con il settore giovanile. Non vogliamo essere ringraziati da nessuno, lo facciamo per passione, ma oggi abbiamo bisogno di una grossa mano. In caso contrario, la Futura Brolo rischia di fare una brutta fine. Sarebbe un grosso dolore per me, per ogni singolo componente dello staff tecnico e dirigenziale ma non ci sarebbe altra soluzione”.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.