Sold out per Costa d’Orlando-Nardò che vale la serie B

    Sold out per Costa d’Orlando-Nardò che vale la serie B

    L’enorme mole di richiesta di biglietti giunta dalla Puglia (pare 150) abbinata alla ridotta capacità ufficiale del PalaValenti hanno consigliato l’Asd Pol. Costa d’Orlando, per motivi di ordine pubblico, a garantire l’ingresso per la gara contro la Nuova Pallacanestro Nardò, in calendario domani alle 18.30, ai soli possessori della Costa d’Orlando Card. La partita, valida per la sesta ed ultima giornata del girone B della fase nazionale di C Silver, assegna un biglietto per la B ed uno di consolazione e sforzi ulteriori allo spareggio tra le seconde dei tre raggruppamenti con in palio un altro posto per la cadetteria. La Costa deve vincere e se lo fa con egual moneta rispetto all’andata, ovvero 9 punti, festeggerebbe in virtù di una differenza canestri generale migliore. Nel caso ultimo, invece, di un successo dei siciliani di 10 o più punti, sarebbero sempre questi ultimi a brindare alla B per una migliore differenza canestri negli scontri diretti, mentre altri risultati e punteggio premierebbero Nardò. L’allenatore dei paladini, Giuseppe Condello, si è espresso così dopo il successo esterno in Campania «Sapevamo che Sarno se la sarebbe giocata alla grande, anche per rifarsi di quel -35 subito in Sicilia. Nel primo tempo non siamo stati in grado di fare le cose semplici che avevamo provato e abbiamo giocato senza quell’aggressività che si è vista nel secondo tempo. Nonostante le difficoltà sono comunque contento della prova dei ragazzi, che sono rimasti attaccati alla partita con la difesa e il carattere, ribaltando il punteggio nella ripresa dopo aver capito quanto era importante per noi questo incontro. Adesso ci stiamo preparando alla sfida di sabato con Nardò, una di quelle gare che ogni giocatore vorrebbe giocare. Questa è veramente una finale e vogliamo chiudere al meglio questa splendida stagione. Abbiamo l’opportunità di scrivere la storia della Costa d’Orlando e sono sicuro che un paese come Capo d’Orlando, che da sempre vive di pallacanestro, sarà lì a sostenerci in un’impresa che sarebbe di tutti».

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.