Sant’Agata: maltrattava il marito invalido, emesso un divieto di avvicinamento

    Sant’Agata: maltrattava il marito invalido, emesso un divieto di avvicinamento

    Il Gip del Tribunale di Patti Ugo Domenico Molina ha disposto il divieto di avvicinamento al marito, l’obbligo di non avvicinarsi a lui a meno di 400 metri ed il divieto di comunicare con lo stesso, nei confronti di una 46enne originaria di Alcara Li Fusi.
    La donna è, infatti, accusata di maltrattamenti e lesioni personali nei confronti del marito 50enne, affetto da una grave invalidità a seguito di un incidente sul lavoro. Già diverse volte i Carabinieri della locale stazione sono dovuti intervenire in soccorso dell’uomo: lo scorso novembre la donna lo aveva per giunta sequestrato per diverse ore dopo averlo colpito ripetutamente. Inoltre, lo scorso marzo la 46 enne in pieno centro a Sant’Agata aveva di nuovo aggredito l’invalido marito mentre si trovava a bordo dell’automobile della badante.
    L’uomo ha, infine, deciso di denunciare le vessazioni della moglie che, a suo dire, si era impossessata della gestione della pensione di invalidità che lo stesso percepiva, ragione per cui aveva avanzato istanza di separazione coniugale e per la revoca della procura come amministratrice di sostegno. In entrambi gli episodi, la donna è stata sottoposta a trattamento sanitario obbligatorio, quindi, a seguito di perizia disposta dalla Procura, il Gip pattese ha emesso l’ordinanza cautelare con il divieto di avvicinamento al marito ed ai luoghi da questi frequentati.

    Condividi: