Ficarra: lunedì l’inaugurazione della Galleria dell’Accademia di Belle Arti

    Ficarra: lunedì l’inaugurazione della Galleria dell’Accademia di Belle Arti

    Il 12 giugno presso l’Aula Magna dell’Accademia di belle Arti di Ficarra si svolgerà la cerimonia di consegna dell’opera “Estate” del M° Togo in occasione dell’inaugurazione della Galleria dell’Accademia.
    L’opera, donata per l’occasione dall’autore, farà parte di una collezione che già vanta la presenza di Maestri e Artisti di fama internazionale come Alban Allegro, Colomba Amstutz, Giuseppe Dondi, Ferdinando Fedele, Giacobbe Luca, David Matassini, Vito Pace, Giacomo Rizzo, Genuardi / Ruta, Bruno La Vergata, Silvia Ottobrini, Lia Pantani, Lorenzo Reina, Giovanni Surace, Cinzia Vitali.
    Ancora un volta Ficarra dimostra grande sensibilità nei confronti della cultura, con un particolare interessamento verso vecchie nuove tendenze del campo dell’arte; dopo il museo della seta e la recente inaugurazione della nuova sede dell’Accademia di belle arti, unica istituzione di alta formazione artistica presente nel territorio nebroideo, mette a segno un altro grande colpo.
    Per rendersi conto della caratura di una figura come quella del Mestro Togo, basterà citare l’intervento di Mimma Cucinotta in occasione dell’inaugurazione della mostra “Paesaggi Mediterranei” di Togo attualmente in corso presso il Teatro Vittorio Emanuele di Messina:
    “Dominante e comune nella vita di Togo pittore e di Enzo Migneco Uomo, il forte senso di Mediterraneità che emerge dall’esplosione straripante dei colori delle sue opere , e dalla irresistibile attrazione per i profumi di Sicilia, del sole e del mare di Briga marina, diventata rifugio dell’artista anche per la passione della pesca subacquea durante le vacanze estive, in riva allo Stretto della costa jonica messinese, in cui la fusione di blu, arancio, verde e giallo viene trasferita con intensità e variazioni di toni, dal pitttore, nella rappresentazione pittorica della trasparenza dell’acqua del mare fluttuante contro gli scogli, della solarità dell’aria che inonda di luce il paesaggio mediterraneo, disegnato da ondeggianti palme e verdi arbusti.”

    Condividi: