Autobotte S.Stefano, Re: “Amministrazione Acquedolci sapeva della scadenza del prestito”

    Autobotte S.Stefano, Re: “Amministrazione Acquedolci sapeva della scadenza del prestito”

    S.STEFANO DI CAMASTRA – “Era noto da tempo all’amministrazione comunale di Acquedolci che lo scorso 11 giugno sarebbe dovuto rientrare a S.Stefano di Camastra il veicolo adibito ad autobotte comunale, pertanto nessuna perentorietà nella richiesta da parte mia al sindaco Riolo inerente la questione”. Con queste parole Francesco Re spiega la presunta controversia sorte a seguito della scadenza del “prestito” dell’autobotte comunale ad Acquedolci per aiutare a gestire l’annosa questione dell’approvvigionamento idrico. 
    “Ho sempre creduto che la correttezza e la lealtà dei comportamenti che caratterizzano il rapporto tra istituzioni debbano stare al di sopra delle polemiche sterili ed inutili dalle quali mi astengo per ruolo”, scrive Francesco Re in un post di Facebook; “Sarebbe bastato leggere il contenuto e soprattutto la data della lettera inviata al comune di Acquedolci molti giorni prima dell’appuntamento elettorale, per evitare di scrivere minchiate in libertà o peggio ancora scadere nello sciacallaggio politico”, aggiunge il Sindaco Stefanese. Nella lettera, dopo mesi di prestito gratuito dell’autobotte, ne chiedevamo – per esigenze di servizio in favore della comunità stefanese – la restituzione a far data da giorno 12 giugno; si evince chiaramente che nulla c’entra l’esito della competizione elettorale”, afferma Re che aggiunge: “Ho telefonato oggi pomeriggio al sindaco neoeletto che conosco da bambino ed al quale mi legano rapporti di affettuosa amicizia e di comunanza politica che travalicano i confini e gli steccati di appartenenze elettorali dalle quali sono solo un estraneo, per augurargli buon lavoro e per manifestargli, come si fa per cortesia istituzionale, tutta la mia disponibilità a lavorare insieme per il territorio e per la soluzione dei tanti problemi comuni ancora aperti. Ho colto l’occasione per ricordare allo stesso l’esistenza della missiva da me sopra richiamata e rappresentargli ciò che credo abbia già probabilmente provveduto a fare il dirigente dell’area tecnica a conoscenza del termine indicato del 12 giugno per la restituzione del mezzo. Questi i fatti, tutto il resto spazzatura”. 

    Francesco Re, a supporto della sua replica cita la delibera di giunta comunale nr. 59 del 18.05.2017 “i cui contenuti, tempi e modalità sono da tempo ben noti ai competenti uffici del comune di Acquedolci. “Da giorno 12 giugno, quindi, circola ed opera nel comune acquedolcese sotto la mia personale e non dovuta responsabilità, un mezzo pubblico del mio comune”, precisa Re “circostanza questa di cui, rendendomi ben conto del disagio di tante famiglie acquedolcesi con le quali solidarizzo, mi sto facendo ad oggi, carico. Una parte piccola della mia telefonata fatta al collega ed amico sindaco, mai e poi mai voleva essere orientata a trasferire toni di perentorietà ed intransigenza rispetto ad un problema di cui da mesi, comprendendone la valenza sociale, ci siamo fatti carico pienamente” conclude. 

    Condividi:
    giuseppe.spignola (at) anni60news.com Giuseppe Spignola, giornalista, autore, speaker e conduttore radio/tv. Sono da sempre un grande appassionato di musica, media, giornalismo e comunicazione. Già dalla giovane età (sono nato nel luglio del 1975), ho cominciato a frequentare il mondo della radio e dei media in generale, seguendone costantemente l’evoluzione tecnologica, aggiornandomi e facendo diventare la mia passione un vero e proprio lavoro che svolgo da professionista ormai da oltre vent’anni di cui quasi dieci in forza al gruppo Radio Italia con esperienze di lavoro anche in ambito nazionale presso la sede centrale di Milano del Gruppo. Dal 2010 organico di Radio Italia Anni 60 (Eventi Srl); dal 2012 iscritto all’Albo Nazionale dei Giornalisti nell’elenco Pubblicisti, sono redattore di anni60news.com, collaboro con il Giornale di Sicilia e con alcune emittenti televisive. Nella mia attività, organizzo e presento eventi di informazione, intrattenimento e varietà; il mio primo amore però è la radio dove curo e conduco ogni giorno il programma Anni 60 Magazine che si occupa anche di rubriche e interviste che faccio a vari personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura, della politica e della società. Sono un cultore della musica e dello stile di vita degli anni 80; amo i motori: in particolare la Vespa e le auto. Nel tempo libero viaggio, ascolto, osservo, scrivo, leggo.