La Betaland firma il suo amore con i paladini per il terzo...

    La Betaland firma il suo amore con i paladini per il terzo anno con vista Europa

    Il matrimonio si rinnova. Betaland, società di OIA Services Ltd che opera nel settore delle scommesse sportive, sarà ancora main e title sponsor dell’Orlandina Basket. È una partnership forte tra due società ambiziose – cominciata il primo settembre 2015 – che condividono i valori della sportività, del rispetto dell’avversario e puntano a una continua crescita reciproca. A ufficializzare l’accordo nella conferenza stampa di oggi, martedì 13 giugno, sono stati Carmelo Mazza, CEO (Chief Esecutive Officer) di OIA Services Ltd, e il presidente dell’Orlandina Enzo Sindoni. «Voglio iniziare – commenta quest’ultimo – ringraziando Carmelo Mazza, Ceo di Betaland, che ci ha raggiunto questa mattina per firmare un contratto molto importante e significativo. Se abbiamo voluto rendere pubblico questo evento non è solo perché è un’occasione importante per la nostra società, ma perché è molto di più di una semplice firma: la nostra partnership ha prodotto, negli ultimi due anni, grandi risultati, con la nostra costruzione tecnica e societaria che è cresciuta, favorita dalle risorse che ci dà Betaland. In questi due anni ci siamo portati fortuna a vicenda, l’Orlandina ha raggiunto l’ottavo posto in classifica e i playoff, Betaland invece l’ottavo posto tra le agenzie di betting. Ma non si tratta solo di fortuna, siamo stati bravi a lavorare bene. Il soggiorno a Malta, durante il quale siamo entrati nel mondo Betaland, ha incrementato i nostri rapporti. La sensazione è stata quella di essere entrati a casa loro come se fossimo a casa nostra. Per la prossima stagione non abbiamo neanche considerato un’altra possibile partnership. Il nostro rapporto prima che commerciale è umano ed è per questo che la “trattativa” si è rapidamente conclusa. L’accordo raggiunge la sua terza annualità e la prossima sarà una stagione straordinaria, perché siamo chiamati a confermare la validità della nostra struttura. Il nostro stile è racchiuso nello slogan di Betaland, “fun first”, cioè il divertimento prima di tutto, e penso che chi abbia visto la nostra squadra quest’anno si sia divertito parecchio. Quando i risultati si uniscono al divertimento è sempre una festa e si raggiungono sempre grandi obiettivi». betaland firma
    Carmelo Mazza: «Ringrazio l’Orlandina per quello che ha fatto in questi anni, per i risultati sportivi, ma anche per averci fatto sentire parte della comunità di Capo d’Orlando. La “trattativa” è sempre filata liscia, l’unica cosa faticosa è stata quella di riuscire a parlare di obiettivi commerciali mentre si parlava del risultato dei playoff. Questa era la nostra prima partnership importante, era un banco di prova per noi, perché è stata la prima esperienza al nostro inserimento nel mercato italiano di betting. Questa partnership ci ha consentito di tornare ad essere appassionati di basket, il lunedì non si parlava più di calcio ma solo dei risultati dell’Orlandina. In queste due stagioni abbiamo avuto un grande supporto e abbiamo dato il nostro contributo in termini di creatività. La nostra partnership continua dunque per il terzo anno, siamo contenti, chiaramente i risultati positivi hanno aiutato. Speriamo di riuscire a fare qualcosa in più e che l’Orlandina arrivi più avanti nei risultati sportivi, magari raggiungendo qualche risultato di assoluto prestigio, non soltanto in Italia».

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.