Sant’Agata Militello, “vertenza” passaggi a livello, Sottile convocato a Roma

    Sant’Agata Militello, “vertenza” passaggi a livello, Sottile convocato a Roma

    SANT’AGATA MILITELLO – Il sindaco di Sant’Agata Militello, Carmelo Sottile, è stato convocato a Roma dai vertici di RFI (Rete Ferroviaria Italiana) per affrontare la questione della soppressione dei passaggi a livello nel centro della città.
    L’incontro nella capitale è in programma giovedì prossimo, 22 giugno, alle 14 e trenta presso la Sede centrale di RFI Spa, in Piazza Croce Rossa. Il primo cittadino santagatese sarà accompagnato dal responsabile dell’Ufficio tecnico – lavori pubblici, ingegnere Giovanni Amantea per una riunione operativa con l’ingegnere Gianluigi De Carlo, della “Direzione Investimenti Progetti Soppressione Passaggi a livello e Risanamento Acustico”.
    “Confidiamo molto nell’esito di quest’incontro – dice Sottile – che giunge dopo l’ennesima nostra richiesta per poter, finalmente, affrontare e risolvere uno dei problemi più gravi e fortemente avvertito dai cittadini, costretti, soprattutto in alcune ore della giornata, a lunghe attese dietro le barriere di Via Campidoglio e Via Roma”.
    La questione della soppressione delle barriere ferroviarie a Sant’Agata, si trascina da molti anni. In passato era stata avviata, su richiesta delle Ferrovie, che avevano avviato un progetto su tutta la tratta tra Palermo e Messina, durante l’Amministrazione Fresina. I costi erano a carico delle ferrovie ed i Comuni dovevano intervenire solo con quote minime. Molti passaggi a livello lungo la statale 113, a Capo d’Orlando e in tanti altri Comuni vennero regolarmente soppressi mentre della situazione di Sant’Agata non se ne parlò più per una decina d’anni.
    “Non era più possibile – conclude Sottile – non affrontare, con decisione, il problema e, fin dall’insediamento, la nostra Amministrazione si è attivata per tentare di risolverlo. Dopo tante iniziative che hanno ottenuto solamente un risultato interlocutorio, questa convocazione per il prossimo giovedì a Roma, apre una prospettiva nuova che ci consente di essere fiduciosi nella risoluzione della grave ed antica questione”.
    Con l’aumento del traffico veicolare sempre più in crescita, sono infatti aumentati anche i disagi per gli automobilisti costretti a restare imbottigliati, soprattutto in Via Campidoglio, che, in particolare, per i mezzi pesanti, è l’unica strada di collegamento tra il centro della città e la zona di Via Cosenz e del lungomare che, con la presenza di numerose attività commerciali, la Caserma dei carabinieri, il recente insediamento degli Uffici comunali, l’imminente apertura del Commissariato della Polizia, deve poter essere percorribile senza intoppi e rallentamenti”.

    Condividi: