Basket: ultimo treno verso la B per la Costa d’Orlando

    Basket: ultimo treno verso la B per la Costa d’Orlando

    CAPO D’ORLANDO La Costa d’Orlando è all’ultima chiamata per la serie B dopo aver dominato la fase regionale di C Silver con 23 vinte ed 1 perse ma ceduto al Nardò nella poule promozione con 4 successi ed i 2 ko fatali contro i già promossi pugliesi. Da oggi presso il “PalaTerme” di Montecatini Terme (PT) non ci sono altre scialuppe di salvataggio per i paladini che affrontano gli spareggi tra le tre seconde, con ben due biglietti per la cadetteria in palio. La truppa del presidente Giuffrè, seconda nel girone B, alle ore 19 sfiderà la Battipagliese (A) sperando di vincere per affrontare subito Fabriano (C). La sconfitta contro Nardò non ha scalfito minimamente le convinzioni degli uomini agli ordini di coach Condello, che si presentano in Toscana consapevoli dei propri mezzi, come spiega l’assistant coach paladino, Guido Vittorio. Ritengo estenuante ed esagerata questa formula – spiega – visti anche i costi che le società devono affrontare. Spero la federazione gestisca diversamente le cose in futuro. Tornando al basket giocato, a questo punto della stagione siamo un pò stanchi ed è normale, però questa non deve essere una scusa. Siamo arrivati fin qui meritandocelo ed ora abbiamo il dovere, per gli enormi sacrifici fatti quest’anno, di mettere tutto quello che abbiamo in campo e di conquistare la Serie B. Sulla carta la prima partita con Battipaglia è alla nostra portata ma non possiamo sottovalutare nessuno. Dovremo essere bravi a limitare i loro tiratori e cercare di giocare la nostra pallacanestro in attacco. Vincere sarebbe importantissimo, se possibile dovremmo farlo anche con un buon margine. La seconda gara sarà molto dura, soprattutto nel caso in cui dovessimo vincere contro Battipaglia, dato che eventualmente dovremmo tornare sul parquet 24 ore dopo un match comunque dispendioso. Fabriano dispone di un roster di qualità e potrebbe arrivare più riposata alla sfida. Ho visto bene i ragazzi in settimana, sono molto fiducioso in vista di questi spareggi”. L’incontro tra Irritec Costa d’Orlando e Polisportiva Battipagliese verrà diretto da Marco Ragionieri di Bologna e Guido Monciatti di Siena.
    Domani, speriamo, o domenica, ecco la Janus Basket Fabriano che ha disputato una ottima regular season nel torneo di C Silver delle Marche. La compagine di coach Daniele Aniello ha chiuso il proprio campionato a quota 48 punti, frutto di 24 vittorie e 4 sconfitte, proprio come Civitanova. In 28 turni, la Janus ha realizzato 2202 punti (78.6 di media), subendone 1895 (67.7 ad uscita). Qualificatasi per i play-off regionali, la formazione biancoblù ha dimostrato tutto il suo valore eliminando per 2-0 in semifinale Ancona, sbarazzandosi poi con lo stesso punteggio in finale della Pallacanestro Pedaso. L’approdo alla fase nazionale ha riservato a Fabriano il girone C, composto anche da Udas Cerignola, Green Basket Palermo e Basketball Lamezia. I marchigiani hanno chiuso al secondo posto nel raggruppamento, alle spalle solo di Cerignola. Il secondo gradino del podio è stato conquistato proprio all’ultima giornata da Quercia e compagni che, con un 82-67 su Lamezia, hanno ribaltato la differenza canestri dell’andata e, grazie alla sconfitta di Palermo a Cerignola, hanno staccato il ticket per gli spareggi di Montecatini Terme. Fabriano è una squadra di buon talento e che ha denotato grandi attributi nel corso di questa stagione, certamente un avversario da prendere con le pinze.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.