Basket, la Betaland tra italiani ed assistenti

    Basket, la Betaland tra italiani ed assistenti

    La Betaland si muove sul mercato prevalentemente italiano provando a completare lo staff tecnico dove ci sono tante ipotesi sul tappeto. I paladini restano in stand by sulla posizione di Michele Mian poiché l’esterno goriziano resta la prima scelta anche se il giocatore potrebbe non lasciare Cremona dopo l’arrivo di Meo Sacchetti. Una possibile alternativa potrebbe essere Mirza Alibegovic se il 25enne tiratore sotto contratto per il 2017-18 con Torino farà spazio a un italiano importante nelle file dell’Auxilium. Possibile l’aggiunta al roster di Ryan Bucci che si stabilirà in Sicilia con la famiglia: il 35enne potrebbe completare il parco esterni della Betaland in alternativa al ritorno a Barcellona. Intanto lo staff tecnico potrebbe essere integrato da Kim Hughes: l’ex straniero di Milano, Roma, Reggio Calabria e Brescia, visto anche sulla panchina NBA dei Clippers come interim coach nel 2009-10, potrebbe arrivare con mansioni specifiche di sviluppo dei giovani. In bilico la posizione dell’ex capitano Sandro Nicevic, mentre niente dietrofront di Cremona che nonostante il mancato arrivo di Moretti e l’ingaggio di Meo Sacchetti, ha ufficializzato Flavio Fioretti come nuovo assistente.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.