Calcio a 5, al San Fratello il primo memorial Gaetano Galbato

    Calcio a 5, al San Fratello il primo memorial Gaetano Galbato

    TORTORICI Il primo memorial Gaetano Galbato è andato in archivio nella maniera migliore, con una settimana di partite una più avvincente dell’altra, con correttezza massima e pienone ogni sera sulle tribune del Pala Orice Edera Gentile a dimostrazione che il calcio nella cittadina nebroidea meriterebbe più attenzione e risultati. A quasi dieci mesi di distanza un gruppo di giovani oricensi hanno ricordato il povero Gaetano Galbato, strappato alla vita il giorno di Ferragosto del 2016 dopo un assurdo incidente in moto in contrada Cartolari. Il primo “memorial Gaetano Galbato” organizzato dalla asd Tortorici in collaborazione con il centro commerciale naturale, è stato fortemente voluto in particolare da Antonio Buttafarro che dello sfortunato giovane nebroideo è stato il padrino di cresima, nonché allenatore dai pulcini fino alla juniores. Al termine delle 12 gare eliminatorie, dei quarti, semifinale e finale il successo è andato a calci di rigore al San Fratello dell’immarcescibile Delfio Calabrese, miglior bomber della manifestazione, con il portiere del San Basilio ko all’atto conclusivo, Giuseppe Graziano, premiato come estremo difensore più bravo. Da rimarcare il gesto dei vincitori che hanno ceduto la Coppa al fratello del povero Gaetano che certo ha lasciato un ottimo ricordo ed un messaggio di gioia per tutti.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.