Capo d’Orlando: ripascimento del lido a carico del gestore, via ai lavori

    Capo d’Orlando: ripascimento del lido a carico del gestore, via ai lavori

    Anche quest’anno, così come il precedente, per fare in modo di salvare il proprio lido balneare dal mare, il proprietario di una struttura pagherà di tasca sua le spese di ripascimento naturale della spiaggia. La struttura turistico balnerale che ricade nel tratto di arenile nelle zone adiacenti al laghetto oltre il promontorio del Capo, è stata autorizzata tramite ordinanza sindacale ad effettuare l’intervento a difesa della costa su cui insiste.
    Le spese del trasporto della sabbia, prelevata negli accumuli di Bagnoli e trasportata presso il lido, saranno, dunque, addebitate al ristoratore. Circa 1500 saranno i metri cubi di sabbia che verranno utilizzati per l’intervento tampone, realizzato già una prima volta e reso vano in pochi giorni. Il problema dell’erosione della costa, infatti, su quel versante è piuttosto importante ed avanza minacciando seriamente le belle spiagge del litorale. Palazzo Europa da parte sua attende una relazione sullo studio delle correnti, già precedentemente commissionata, per la redazione di un progetto esecutivo volto ad intercettare fondi comunitari al fine di realizzare un intervento di ripascimento generale delle coste.

    Condividi: