Controlli sul pescato, sequestri e multe

    Controlli sul pescato, sequestri e multe

    Controlli serrati della Capitaneria di Porto di Milazzo per prevenire e reprimere illeciti in materia di pesca marittima e commercializzazione di prodotto ittico. In due locali è stata accertata la somministrazione di prodotto ittico in cattivo stato di conservazione: sono stati infatti rinvenuti presso i locali frigo degli stessi esercizi commerciali prodotti ittici rancidi e maleodoranti da destinare ai clienti. Il servizio veterinario dell’Asp competente ha dichiarato il prodotto non idoneo al consumo umano e pertanto avviato alla distruzione. Il titolare di uno dei ristoranti ispezionati è stato inoltre deferito all’autorità giudiziaria per frode in commercio, in quanto intento nella commercializzazione di prodotto ittico congelato senza le necessarie informazioni al consumatore. Accertata anche la violazione relativa alla vigente normativa in materia di tracciabilità del prodotto ittico, di taglie minime degli esemplari commercializzati e relativa alla vendita del prodotto ittico appartenente alla specie “Tonno rosso”,  soggetto a particolari restrizioni. Per questi illeciti, sono state comminate sanzioni amministrative per un importo complessivo di 12.000 euro.  Il personale impiegato nella attività di vigilanza ha contestato altresì illeciti amministrativi, a carico dei conduttori di pescherecci, resisi responsabili di mancata trasmissione della posizione delle unità da pesca, per aver violato gli obblighi relativi al mantenimento in funzione dei sistemi di identificazione automatica presenti a bordo dell’unità, relativi al sistema di monitoraggio del traffico navale e d’informazione ai fini di una migliore sicurezza ed efficienza di tale traffico, in questo caso l’importo complessivo delle sanzioni comminate ammonta a 4.131 euro.

    Condividi: