Kulboka nuova stella del firmamento Betaland

    Kulboka nuova stella del firmamento Betaland

    CAPO D’ORLANDO Con la Champions League ufficialmente in tasca la Betaland si è tuffata più che mai sul mercato dove pescare i giocatori giusti da affidare a Gennaro Di Carlo, il 16° coach dell’era sindoniana ma il primo a poter sedere in panchina in una competizione europea. Dopo la partenza di gran parte del roster che ha concluso la trionfale sesta stagione di serie A del club regina di Sicilia all time, è il momento di iniziare a raccogliere quanto seminato in giro soprattutto per il vecchio continente. Il ds Sindoni jr sarebbe prossimo a convincere il Bamberg campione tedesco ad inviare l’ala piccola lituana Arnoldas Kulboka in Sicilia. L’ala 19enne, che ha realizzato 13 punti nell’unica partita di campionato disputata in Germania, dovrebbe raggiungere Capo d’Orlando in prestito. Kulboka è uno di quei giovani europei che, probabilmente, sbarcheranno oltreoceano: il noto sito draftexpress.com dice che l’anno prossimo potrebbe essere chiamato, con la scelta numero 32, dai Phoenix Suns. Nell’attesa l’esterno lituano, una sorta di Gallinari, è pronto ad essere la rivelazione del prossimo campionato italiano con la maglia biancoazzurra e c’è chi giura possa essere tra i 5 migliori giocatori nonostante la giovane età. Nel contempo la Betaland aggregherà il serbo Stefan Nikolic nel roster 2017-2018 come atleta di formazione italiana avendone i requisiti. Dopo la stagione da protagonista in B con Napoli la 20enne ala rientra all’ovile nella rotazione degli esterni e, di fatto, andrà ad occupare il ruolo che poteva essere di Andrea La Torre, visionato nel try-out orlandino ma non tesserato pur essendo stato ad un passo dalla firma. Piace anche Marko Simonovic, 18enne lungo montenegrino che sta conseguendo la formazione italiana e nelle ultime stagioni ha disputato le giovanili alla PMS Moncalieri. Invece si fa dura arrivare a Marco Mian poiché sembrano esserci buone chances di permanenza a Cremona, il nuovo club di Diener e Fioretti. Aspettando l’annuncio sui due assistenti (uno dovrebbe essere ancora Sussi) è ufficiale l’inserimento nello staff tecnico di Kim Hughes: l’ex Viola e coach ad interim dei Los Angeles Clippers si occuperà specificamente dello sviluppo dei giovani prospetti reclutati dalla Betaland. Tornando all’Europa nella Champions League la Betaland entrerà in gioco dal terzo e ultimo turno preliminare e dovesse andar male la doppia sfida i cui potenziali rivali si conosceranno dopo il sorteggio dell’11 luglio, i paladini hanno comunque diritto a partecipare alla Fiba Europe Cup partendo dal girone iniziale dove su 4 squadre 2 andranno alla seconda fase dopo 6 gare di andata e ritorno.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.