Sant’Agata, interrogazione su eventuale necessità di rimodulazione economica del progetto di completamento...

    Sant’Agata, interrogazione su eventuale necessità di rimodulazione economica del progetto di completamento del porto

    Nella foto Palazzo Crispi, sede del comune di Sant'Agata Militello

    SANT’AGATA MILITELLO – I consiglieri comunali di Sant’Agata Militello Giuseppe Ortoleva, Domenico Barbuzza e Calogero Indriolo, che in seno al civico consesso rappresentano la maggioranza numerica in opposizione all’amministrazione guidata dal primo cittadino Carmelo Sottile, hanno inoltrato a quest’ultimo – e per conoscenza anche al presidente dell’assise cittadina Antonio Scurria – un’interrogazione, a risposta scritta, inerente l'”eventuale necessità di rimodulazione del quadro economico del progetto dei lavori di completamento del porto a seguito dell’annullamento/revoca della procedura di affidamento all’esterno della Pubblica Amministrazione dei servizi tecnici di direzione dei lavori e coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione”. I consiglieri interroganti citano il responsabile dell’Area, Basilio Ridolfo il quale rappresentava, tra l’altro, che “… è possibile prevedere che la somma risparmiata sia cospicua e, comunque, di certo superiore a 900.000,00 euro” e che “tale circostanza comporta la necessità di procedere alla rimodulazione delle somme a disposizione del quadro economico del progetto che sarà effettuata non appena questo Ufficio sarà nelle condizioni di poterla porre in essere a fronte di dati certi in ordine agli incentivi da prevedere ai componenti dell’Ufficio di Direzione dei Lavori”.

    Nelle more dell’interrogazione, gli esponenti dell’opposizione rilevano che il progetto esecutivo delle opere parrebbe essere attualmente ancora in fase di verifica, secondo le procedure di legge, da parte della società Rina Check s.r.l. aggiudicataria del servizio; che ad oltre sei mesi di distanza dalla citata nota del responsabile dell’area VI, gli stessi non hanno notizie dell’adozione degli appositi atti amministrativi relativi alla rimodulazione del quadro economico del progetto; che l’ultimo atto conosciuto dagli scriventi consiglieri è la determinazione del funzionario n. 684 del 20/08/2015 con la quale era stata approvata la rimodulazione delle somme a disposizione dell’amministrazione del quadro economico, chiedono appunto se non si ritenga, qualora non si sia ancora provveduto in tal senso, necessario procedere alla rimodulazione e/o modifica del quadro economico del progetto che riporta certamente tra le cosiddette somme a disposizione dell’amministrazione, per stessa ammissione del responsabile dell’area VI, somme non occorrenti per un importo di oltre 900.000,00 euro; inoltre, si legge, “se non si ritiene che l’eventuale ed attuale presenza di voci di costo certamente errate e/o comunque, non più necessarie, tra le cosiddette somme a disposizione del quadro economico del progetto (ad esempio le voci B.10, B.11 e B.17) non debba essere corretta preliminarmente alla conclusione della fase di verifica del progetto da parte della Rina Check s.r.l.”

    Condividi:
    giuseppe.spignola (at) anni60news.com Giuseppe Spignola, giornalista, autore, speaker e conduttore radio/tv. Sono da sempre un grande appassionato di musica, media, giornalismo e comunicazione. Già dalla giovane età (sono nato nel luglio del 1975), ho cominciato a frequentare il mondo della radio e dei media in generale, seguendone costantemente l’evoluzione tecnologica, aggiornandomi e facendo diventare la mia passione un vero e proprio lavoro che svolgo da professionista ormai da oltre vent’anni di cui quasi dieci in forza al gruppo Radio Italia con esperienze di lavoro anche in ambito nazionale presso la sede centrale di Milano del Gruppo. Dal 2010 organico di Radio Italia Anni 60 (Eventi Srl); dal 2012 iscritto all’Albo Nazionale dei Giornalisti nell’elenco Pubblicisti, sono redattore di anni60news.com, collaboro con il Giornale di Sicilia e con alcune emittenti televisive. Nella mia attività, organizzo e presento eventi di informazione, intrattenimento e varietà; il mio primo amore però è la radio dove curo e conduco ogni giorno il programma Anni 60 Magazine che si occupa anche di rubriche e interviste che faccio a vari personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura, della politica e della società. Sono un cultore della musica e dello stile di vita degli anni 80; amo i motori: in particolare la Vespa e le auto. Nel tempo libero viaggio, ascolto, osservo, scrivo, leggo.