Calcio, i Nebrodi insieme appassionatamente in Prima categoria

    Calcio, i Nebrodi insieme appassionatamente in Prima categoria

    Si annuncia un campionato di Prima categoria pieno di derby interessanti per la fascia tirrenico-nebroidea che uno dopo l’altra ha perso le sue big ed il record di ben 3 club in serie D ma probabilmente ritroverà un pò di entusiasmo e di sano campanilismo lasciando al solo Città S.Agata l’onere e l’onore di rappresentare la zona in Eccellenza. Infatti dopo due anni consecutivi in Eccellenza e con la salvezza raggiunta sul campo, l’Usd Rocca di Capri Leone lascia il massimo campionato dilettantistico regionale per problemi economici. A renderlo noto la stessa società biancoazzurra. Impossibile per la dirigenza caprileonese continuare a sostenere i costi di un torneo prestigioso ma anche molto oneroso come quello di Eccellenza. Il club di via Giovanni XXIII ha comunicato alla LND – CR Sicilia che, a causa di problemi di natura finanziaria, avrebbe rinunciato alla partecipazione nel campionato di competenza.Si ripartirà quindi da una categoria inferiore che dovrebbe essere la Prima Categoria anche se, viste le varie defezioni tra Eccellenza e Promozione, non è escluso che i biancoazzurri possano ritrovarsi ai nastri di partenza del torneo di Promozione. La crisi economica che attanaglia l’Italia colpisce ovviamente la Sicilia e lo sport e il Rocca di Capri Leone è un’altra delle vittime di un sistema sempre più complicato. Ed in Prima potrebbe autoretrocedersi anche la Futura Brolo, mentre a Gliaca il neo assessore con delega allo sport Federico Venuto, figlio del tecnico Antonio, pare sia il fautore del tentativo di rinascita di una società calcistica che dovrebbe chiamarsi Città di Piraino con Dino Granata allenatore ed il ripescaggio diretto in Prima lì dove andrà anche l’Orlandina 1944 che dopo l’anno di assestamento in Seconda è pronta a fare le cose per bene al piano di sopra con Angelo Siracusa presidente ed un gruppo di imprenditori locali pronti a provare la scalata verso categorie più consone al blasone paladino.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.