La Polizia usa “Mercurio” per scovare i furbetti dell’assicurazione

    La Polizia usa “Mercurio” per scovare i furbetti dell’assicurazione

    Giro di vite della Questura di Messina sui “veicoli fantasma”, cioè sui quei mezzi che circolano su strade e autostrade italiane anche se privi di copertura assicurativa.
    Negli ultimi giorni Volanti e Polstrada, nonché personale dei Commissariati Sezionali e di Pubblica Sicurezza e del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale hanno effettuato controlli a tappeto da Taormina a Sant’Agata Militello. Per rendere più efficaci e immediati i controlli, i poliziotti utilizzano Mercurio, una tecnologia digitale in grado di “leggere” le targhe dei mezzi e di fornire in tempo reale le informazioni utili.
    Nessuna tolleranza per chi viaggia alla guida sotto l’effetto di alcool o droga. Ben quattro le persone denunciate qualche giorno fa dai poliziotti della locale sezione di Polizia Stradale. L’iniziale alcool test e i successivi accertamenti hanno dimostrato che il livello di alcool nel sangue era ben al di sopra di quanto consentito dal Codice della Strada. Le quattro persone denunciate hanno un’età compresa tra i 21 e i 24 anni.

    Condividi: