Basket: l’Europa domani chiama, la Betaland risponde

    Basket: l’Europa domani chiama, la Betaland risponde

    CAPO D’ORLANDO C’è aria di settimana cruciale per la Betaland che verrà poiché il ds Sindoni ha un paio di colpi in canna che, probabilmente anche per scaramanzia, sparerà appena il Consiglio Federale della Fip, convocato per venerdi prossimo alle ore 14, ufficializzerà l’iscrizione del club a quello che sarà il settimo campionato della regina di Sicilia all time. Sul taccuino diversi i nomi, quasi tutti top secret, con il mercato europeo sempre privilegiato nel nome del gruppo che con gli americani che non si chiamino gli ex Archie e Diener non è sempre facile formare. Una pista calda è quella del playmaker tascabile di Avellino, Marques Green, mentre rumors da confermare indicano in Christian Burns, prossimo alla nazionalità italiana ed in uscita da Brescia, un obiettivo percorribile. Il doppi impegno serie A-Champions League potrebbe essere convincente per l’accoppiata Mario Delas-Milenko Tepic cui la società ha offerto il prolungamento del contratto scaduto. A proposito di Europa domani verrà effettuato il sorteggio della competizione che vedrà per la prima volta nella sua storia ai nastri di partenza la società biancoazzurra, ammessa al terzo ed ultimo turno preliminare. Al primo turno prenderanno parte Avtodor Saratov (RUS), Benfica (POR), Bosna Royal Sarajevo (BIH), Dinamo Tbilisi (GEO), Divina Seguros Joventut (ESP), Donar Groningen (NED), Kalev Kramo (EST), Kapfenberg Bulls (AUT), Karposh Sokoli (MKD), Keravnos (CYP), BC Luleå (SWE), MHP Riesen Ludwigsburg (GER), Sigal Pristina (KOS), Telenet Giants Antwerp (BEL), Tsmoki Minsk (BLR) e Vytautas (LTU). Le vincenti affronteranno, al secondo turno, Alba Fehervar (HUN), Bakken Bears (DEN), Budivelnyk (UKR), Kataja Basket (FIN), Mornar Bar (MNE), Nizhny Novgorod (RUS), PBC Lukoil Academic (BUL) e U-BT Cluj Napoca (ROM). Già ammesse al terzo e decisivo turno di qualificazione Basic-Fit Brussels (BEL), Juventus Utena (LTU), Movistar Estudiantes (ESP), Nanterre 92 (FRA), Orlandina Basket (ITA), Pinar Karsiyaka (TUR), Rosa Radom (POL) e Telekom Baskets Bonn (GER). Tornando al mercato da definire anche la composizione dello staff tecnico da affiancare a Di Carlo con la conferma di David Sussi quasi scontata, mentre perde quota il ritorno dell’orlandino doc Agostino Origlio.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.