“Nebrodi Cheese Festival” a Floresta, oggi la tavola rotonda

    “Nebrodi Cheese Festival” a Floresta, oggi la tavola rotonda

    Qualificare e valorizzare le produzioni di nicchia territoriali ottenute con sistemi tradizionali, in aree marginali con agricoltura sostenibile, questo l’obiettivo del “Nebrodi cheeses festival: Emozioni globali-prodotti locali”. La manifestazione, una due giorni partita ieri, è stata organizzata a Floresta dall’Università di Catania, dal Comune di Floresta, dall’ATS Pro Nebrodi (a cui hanno aderito i comuni di Randazzo, Roccella Val Demone, Maniace, Castel Umberto, Castel di Lucio, Tortorici, Sinagra, Basicò, S. Teodoro), e dal consorzio del formaggio Provola dei Nebrodi.
    Un evento che ha raccolto i produttori dei prodotti caseari siciliani, puntando però principalmente alla valorizzazione della Provola dei Nebrodi e alla presentazione del marchio in caseina del Consorzio del formaggio Provola dei Nebrodi. A seguito della richiesta promossa dal Consorzio che aveva avviato dal dicembre 2016 la richiesta di riconoscimento della Denominazione di Origine Protetta (DOP) per la Provola dei Nebrodi, è stato presentato nell’occasione della due giorni, il disciplinare che prevede diverse stagionature al momento dell’immissione della Provola dei Nebrodi sul mercato: fresca (fino ad un massimo di 30 giorni di maturazione), semi-stagionata fino a quattro mesi di stagionatura, e la stagionata oltre quattro mesi di stagionatura.
    È la prima volta in Sicilia che dei produttori decidono di organizzarsi per selezionare i loro prodotti migliori, stagionarli in forma collettiva e sviluppare una strategia di distribuzione e marketing comune. Azione questa di rilevanza storica, in quanto tende a ridurre uno dei punti deboli dei sistemi produttivi estensivi e delle produzioni tradizionali ottenute in aree marginali, e cioè la polverizzazione dell’offerta e l’assenza di una strategia comune di comunicazione, distribuzione e marketing. I prodotti selezionati dai produttori e presentati all’evento di Floresta, verranno inoltre accompagnati da una adeguata etichettatura e da approfondite analisi sulla sicurezza alimentare, sviluppati da enti di ricerca accreditati e di rinomata fama.
    Il “Nebrodi cheeses festival”, prosegue anche oggi con un ricco programma dedicato alle strategie di mercato ricorrenti nei dei punti vendita siciliani. Una tavola rotonda, difatti, avrà inizio alle 15.30 e avrà come tema “Dalle Putie alla GDO: Quale futuro per i prodotti tradizionali secondo gli attori del mercato”.
    Saranno coinvolti nel dibattito i buyers internazionali ospiti della manifestazione ed i principali punti vendita della Sicilia. Interverranno inoltre alcuni chef per presentare le loro esigenze ed i loro criteri di scelta dei prodotti per una gastronomia di alta qualità. L’obiettivo della tavola rotonda è anche quella di fare incontrare i produttori con i loro potenziali acquirenti, al fine di creare una rete di rapporti diretti tra produttori e operatori del mercato. L’organizzazione dell’offerta ed un marchio per la tracciabilità dei prodotti sono i primi passi per ridurre l’attuale gup tra questi due mondi.

    Condividi: