Asp 5. Due ambulatori per i disturbi del movimento attivati a Sant’Agata...

    Asp 5. Due ambulatori per i disturbi del movimento attivati a Sant’Agata e Capo d’Orlando

    Da sinistra, Carmelo Staropoli, Rosalia Caranna e Gaetano Sirna

    SANT’AGATA MILITELLO – E’ stato presentato ufficialmente, al castello Gallego di Sant’Agata Militello, il nuovo ambulatorio neurologico per la diagnosi e la cura dei Disturbi del Movimento. Alla conferenza erano presenti il direttore generale dell’ASP 5 Gateano Sirna, la dirigente dell’Asp territoriale Rosalia Caranna, il responsabile medico dei servizi neurologici dell’Asp Carmelo Staropoli, oltre al sindaco di Sant’Agata Carmelo Sottile e la delegata del sindaco di Capo d’Orlando per le pari opportunità, la consigliera comunale Linda Liotta. Il servizio, ideato da Staropoli e sottoposto con successo all’attenzione della dirigenza generale di Messina, è già attivo presso i locali dell’ASP territoriale santagatese ogni quarto venerdì del mese e a Capo d’Orlando ogni secondo mercoledì del mese. La sanità territoriale va sempre più verso la gestione in ambito locale della patologie croniche e invalidanti come quelle che sono trattate in questa nuova struttura che sarà gestita del neurologo Staropoli e, per accedere alla quale, sarà sufficiente una richiesta del medico di famiglia da inoltrare attraverso i consueti canali di prenotazione dei servizi sanitari pubblici. E’ possibile, tramite questi ultimi, anche abbattere i tempi ed essere più efficaci e rispondenti alle esigenze di un territorio, quello nebroideo, che conta di 478 casi neurologici importanti legati ai disturbi del movimento. “Un’iniziativa dalle ricadute sociali notevoli“, commenta il dottore Staropoli, “poiché oltre agli indirizzi terapeutici, sarà possibile fornire un valido supporto anche alle famiglie dei soggetti malati senza la necessità, qualora non ne fosse il caso, di recarsi presso centri lontani con un aggravio di costi e di tempi a carico dei nuclei familiari“. “Il paziente è al centro del nostro sistema sanitario“, afferma Gaetano Sirna. “Per anni i pazienti hanno creduto che l’unico luogo di cura deputato sia quello ospedaliero, tuttavia con l’istituzione di questo tipo di servizi cerchiamo di colmare un gap che consentirà di risparmiare delle risorse da investire ulteriormente nei servizi all’utenza“, dice il direttore generale. “Fornire a gente che soffre di questa patologia un aiuto con questi due importanti presìdi sanitari, significa innanzitutto migliorare la loro qualità di vita“, spiega Rosalia Caranna. “Il nostro auspicio è che a questi due centri se ne affianchino altri in modo da implementare il servizio, anche in considerazione chela nostra struttura distrettuale dispone di altri cinque poliambulatori adatti a supportare questi tipo attività, sebbene le risorse – anche in termini umani, al momento – siano minori rispetto alla reale necessità“, conclude la Dirigente Caranna.

    Condividi:
    giuseppe.spignola (at) anni60news.com Giuseppe Spignola, giornalista, autore, speaker e conduttore radio/tv. Sono da sempre un grande appassionato di musica, media, giornalismo e comunicazione. Già dalla giovane età (sono nato nel luglio del 1975), ho cominciato a frequentare il mondo della radio e dei media in generale, seguendone costantemente l’evoluzione tecnologica, aggiornandomi e facendo diventare la mia passione un vero e proprio lavoro che svolgo da professionista ormai da oltre vent’anni di cui quasi dieci in forza al gruppo Radio Italia con esperienze di lavoro anche in ambito nazionale presso la sede centrale di Milano del Gruppo. Dal 2010 organico di Radio Italia Anni 60 (Eventi Srl); dal 2012 iscritto all’Albo Nazionale dei Giornalisti nell’elenco Pubblicisti, sono redattore di anni60news.com, collaboro con il Giornale di Sicilia e con alcune emittenti televisive. Nella mia attività, organizzo e presento eventi di informazione, intrattenimento e varietà; il mio primo amore però è la radio dove curo e conduco ogni giorno il programma Anni 60 Magazine che si occupa anche di rubriche e interviste che faccio a vari personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura, della politica e della società. Sono un cultore della musica e dello stile di vita degli anni 80; amo i motori: in particolare la Vespa e le auto. Nel tempo libero viaggio, ascolto, osservo, scrivo, leggo.