Caserta radiata e Cremona risorta. Arcidiacono a Capo d’Orlando?

    Caserta radiata e Cremona risorta. Arcidiacono a Capo d’Orlando?

    Il Consiglio Federale della Fip, sentito il parere negativo della Com.Te.C, ha deliberato di non ammettere la Juve Basket Caserta Srl al Campionato di Serie A 2017-18. Il drastico provvedimento è motivato dal mancato rispetto delle condizioni previste ai punti 1) e 3) della delibera n.346/2017 (ammissione ai campionati professionistici 2017-18). In particolare, la Società campana non ha ottemperato al ripianamento del parametro ricavi/indebitamento/patrimonio netto al 31 marzo 2017 e non ha dimostrato di aver adempiuto ad ogni obbligazione nei confronti dei propri tesserati compresi i lodi FIBA. Al posto di Caserta, che ha tempo per appellarsi ma che pare davvero con le spalle al muro, verrà ripescata Cremona degli ex orlandini Sacchetti, Fioretti, Diener e Portannese, neo nazionale svizzero che ha firmato con il club lombardo. Da Caserta potrebbe interessare alla Betaland Ryan Curran Arcidiacono, guardia/play di 190 cm. miglior giocatore delle Final Four del campionato NCAA 2016, vinte con la formazione della Villanova University, che aveva firmato un biennale qualche giorno fa con i bianconeri. Nato a Filadelfia il 26 marzo 1994 da una famiglia di origini siciliane, dopo gli anni della Neshaminy High School di Langhorme, ha frequentato la Villanova University con cui ha disputato complessivamente, in quattro stagioni, 144 gare. Nell’ultima stagione, culminata con il successo alle Final Four, ha giocato 40 gare facendo registrare 12,5 punti per gara e 4,2 assist, tirando con il 50% da 2, il 39,4% da 3 e l’83,6% ai liberi. Dopo la Summer League 2016, ha firmato un contratto con i San Antonio Spurs, passando, poi, in D-League agli Austin Spurs con cui ha disputato 47 partite (6,5 punti, 3,8 assist, 50,7% da 2, 42,1% da 3, 81,44% ai liberi). È il giocatore che, nella storia, ha disputato il maggior numero di partite con la maglia della Villanova University. Ha fatto parte della nazionale USA Under19 e nel 2014 è stato convocato dal selezionatore della nazionale italiana sperimentale con cui ha disputato 17 partite mettendo a segno un totale di 100 punti.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.