Castell’Umberto: il Sindaco blocca l’accesso all’Hotel a 30 migranti

    Castell’Umberto: il Sindaco blocca l’accesso all’Hotel a 30 migranti

    Clamorosa protesta del Sindaco di Castell’Umberto Vincenzio Lionetto Civa che ha bloccato con la sua auto l’ingresso all’Hotel Canguro, impedendo di fatto l’ingresso a 30 migranti che dovevano essere ospitati nella struttura. Il primo cittadino aveva anticipato su Facebook la sua decisione con questo post: “Con un atto unilaterale senza preavviso un minuto fa la Prefettura di Messina mi ha semplicemente informato che trenta immigrati in nottata saranno trasferiti presso l’hotel Il Canguro. Non ritengo questo un atto di coinvolgimento istituzionale corretto per gli ovvi motivi di ricaduta sulla nostra comunità. La gestione e stata data ad una cooperativa di Palermo
    mi sto recando immediatamente sul luogo dove indossando la fascia tricolore bloccherò l’ingresso con la mia autovettura della struttura alberghiera e li rimarrò”. Intorno a mezzanotte il Sindaco ha postato due foto che ritraevano i migranti, scrivendo: “Sono arrivati, scortati da una coooperativa di Palermo”. Decine di post hanno commentato solidarizzando con il Sindaco di Castell’Umberto. Tra questi il primo cittadino di Torrenova Salvatore Castrovinci che ha ripostanto su Facebook il suo pensiero: “caro collega sai come lo penso e’ una vergogna lunedì faremo una riunione per programmare un azione congiunta ma sarà così per tutti c’è bisogno di un intervento forte hai tutta la mia solidarietà e sai bene che è da tre mesi che lotto contro la Prefettura”

    Condividi: