Piacere, sono Arnoldas Kulboka

    Piacere, sono Arnoldas Kulboka

    Dopo una lunghissima estate, Arnoldas Kulboka è pronto a concedersi una vacanza per ricaricare le pile in vista della prossima stagione con l’Orlandina Basket. Prima della partenza, però, ha fatto una chiacchierata con noi per presentarsi meglio ai suoi nuovi tifosi.
    Innanzitutto, benvenuto! Puoi rivelare il motivo per cui hai scelto l’Orlandina Basket per proseguire il tuo sviluppo come giocatore?
    “Dopo lunghe discussioni con il Bamberg e il mio agente, abbiamo deciso di fare questo passo perché l’Orlandina sembra un grande club, ha avuto una grande stagione lo scorso anno e sembra un ottimo posto per fare esperienza e migliorare”.
    Hai avuto un’estate molto impegnativa tra Adidas Eurocamp e la Campionato del Mondo Fiba U19. Cosa ci puoi dire di queste esperienze?
    “In entrambi gli eventi ho avuto la grande opportunità di competere contro i migliori giocatori giovani non solo d’Europa, ma anche in tutto il mondo. È stato un piacere e grande onore partecipare”.
    Sei considerato un “prospetto” di livello altissimo, ma cosa pensi che tu possa già dare all’Orlandina?
    “Sto semplicemente facendo il meglio che posso, cercando di migliorare ogni giorno. Qualunque cosa il coach abbia previsto per me, sono pronto a farla”.
    L’Orlandina Basket sta lavorando molto per sviluppare le capacità di alcuni importanti prospetti europei e adesso ha assunto un allenatore con grande esperienza NBA come Kim Hughes proprio per il miglioramento dei giovani giocatori: quanto è importante per te?
    “Sono veramente felice, è una grande opportunità per migliorare molto e fare esperienza”.
    Il Qualification Round della Basketball Champions League sarà il primo grande passo della nostra stagione, un momento storico per l’Orlandina: è una grande motivazione per te?
    “È certamente una grande opportunità di competere in una delle migliori leghe europee, speriamo di non sprecare l’occasione e di qualificarci alla Regular Season!”.
    Ultima cosa, ma non meno importante. Sei molto attivo sui social media social media: è importante per te il rapporto con i tifosi?
    “Mi piacciono i social media e sono davvero attivo, e adoro interagire con i fan e le altre persone!”.
    Arnoldas Kulboka è nato il 4 gennaio 1998 a Marijampolė (Lituania). Kulboka (ala di 205 cm), cresciuto nelle giovanili dello Zalgiris Kaunas, arriva in prestito dai campioni di Germania del Brose Baskets Bamberg, con i quali ha firmato nel 2015 e ha debuttato in Bundesliga in questa stagione (13 punti, 5 rimbalzi, 2 assist e 1 recupero in 22 minuti in casa dello Science City Jena). Il giovane lituano è ritenuto già oggi uno dei più interessanti prospetti internazionali in ottica NBA per quanto riguarda la sua annata: le lunghe leve e un repertorio tecnico molto vasto (ball handling, “vede” il passaggio, ha raggio di tiro da fuori) lo rendono un esterno intrigante e di altissimo potenziale. L’anno scorso ha fatto registrare 15.7 punti e 6.2 rimbalzi di media ai Campionati Europei Under 18 (medaglia d’argento), con una doppia-doppia (25 punti e 10 rimbalzi contro Israele) e un high di 28 punti nella finalissima contro la Francia. Quest’estate, inoltre, è stato inserito nel miglior quintetto dell’adidas Eurocamp e ha giocato la FIBA World Cup Under 19 con la Lituania, chiudendo con 13.7 punti, 3.9 rimbalzi e 2.0 assist di media.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.