La vita cestistica comincia a 49 anni per Nino Scarlata

    La vita cestistica comincia a 49 anni per Nino Scarlata

    Come cantava Antonello Venditti, “certi amori non finiscono”. La Cestistica Torrenovese, infatti, è orgogliosa di annunciare che Nino Scarlata, protagonista dei parquet siciliani da oltre 25 anni, farà nuovamente parte del roster delle Aquile. Il centro della Confezioni Corpina Torrenova vanta tuttora il record di punti segnati nell’Orlandina Basket (4995) ed ha vinto una decina di campionati in carriera. Atleta “evergreen” in grado di farsi rispettare nel pitturato e guidare con la sua esperienza i compagni in campo, il pivot orlandino ha nella sua personale bacheca tantissime vittorie e vari record personali. Arrivato nel marzo della scorsa stagione, Scarlata è stato uno dei protagonisti del finale della scorsa annata conclusa a gara-3 della Finale Playoff. Nino Scarlata: «Sono davvero contento di far parte ancora una volta di questo progetto. Due stagioni fa ci eravamo separati a malincuore a causa di alcuni miei problemi fisici, lo scorso anno ho accettato immediatamente non appena mi hanno proposto i playoff e la possibilità di giocare con mio figlio: quale soddisfazione più grande? Adesso la società mi ha prospettato qualcosa di importante e non potevo non accettare. Sono strafelice, quando arrivai a Torrenova promisi che li avrei portati in serie C ed ora ho questa possibilità e voglio sfruttarla. Sarà dura, ma la Cestistica merita tutti i miei sacrifici. Sono una famiglia per me ed io darò tutto quello che ho per loro». Piero Natoli (Dirigente Confezioni Corpina Torrenova): «Siamo felici di aver riconfermato Nino Scarlata. “Sgarly” è tornato con noi per concludere una storia iniziata qualche anno fa e proseguita l’anno scorso con i colori delle Aquile. Tutto lo staff, da me ai coach Bacilleri e Lavecchia, è convinto che con la sua esperienza possa aiutarci in una stagione importante. Siamo orgogliosi di poter avere in roster una leggenda del basket siciliano».

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.