L’Orlandina basket si inchina al forte Ludwisburg in Champions League

    L’Orlandina basket si inchina al forte Ludwisburg in Champions League

    L’aria europea non giova all’Orlandina basket che dopo il trionfo su Trento cade nuovamente al PalaSikeliArchivi contro il forte Ludwisburg, restando in coda al girone B di Champions League con il solo successo di Ventspils al termine di un girone d’andata sofferto ma che lascia ancora aperte le porte dei play-off, soprattutto della Fiba Europe Cup dove serve essere quinti o sesti, anche se non si possono sbagliare le prossime due gare casalinghe contro Gaziantep e Chalon (68-73 nella sfida diretta) dove serve anche ribaltare la differenza canestri. Per i tedeschi, invece, la prima parte finisce in vetta con 6 vinte ed 1 solo ko, al fianco dei detentori del Tenerife che hanno surclassato Neptunas Klaipeda nel big match della settima giornata, completata dall’83-67 del Paok Salonicco sul Ventspils. Nello specifico dopo l’inizio ad elastico (0-4, 7-4, 7-13) i paladini, trascinati da Atsur e Wojciekowski, sembravano fino al 25’ in grado di poterla spuntare nonostante 25 palle perse, una minore reattivita’ e 15 tiri in meno degli ospiti. Purtroppo male ancora capitan Delas, mentre l’ultimo arrivato Maynor ha steccato in maniera quasi fisiologica non avendo ancora il ritmo partita. Sara’ l’ex Nba ed ex di turno a dover rispondere da par suo nella sfida esterna della decima di serie A, affidata a Begnis, Borgioni e Giovanetti domenica alle 17 a Varese, dove ci vorra’ maggiore precisione al tiro (20/55, il 36,4% dal campo) della gara persa contro Ludwisburg.
    SIKELIARCHIVI CAPO D’ORLANDO 61
    MHP RIESEN LUDWISBURG 72
    SIKELIARCHIVI: Galipò ne, Alibegovic 10, Maynor 4, Ihring, Atsur 16, Kulboka 3, Lagana’ ne, Delas 5, Wojciechowski 17, Ikovlev 6, Donda ne, Carlo Stella ne. Coach Di Carlo.
    MHP RIESEN: Walkup 14, Evans 7, Johnson 9, McCray 4, Sears, Geske, Peter-McNeilly 8, Koch 4, Seric, Waleskowski 10, Cook, Thiemann 16. Coach Patrick.
    ARBITRI: Obradovic (Bielorussia), Kounelles (Cipro) e Michaelides (Svizzera)
    PARZIALI: 7-13, 30-29 (23-16), 48-53 (18-24), 61-72 (13-19).

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.