Sottile si ricandida: “Guardiamo con fiducia al futuro”

    Sottile si ricandida: “Guardiamo con fiducia al futuro”

    Carmelo Sottile

    “Visto che il mio mandato da sindaco volge ormai al termine, con gli auguri di un nuovo anno all’insegna della rinascita, dell’unità sociale e della riacquisizione della nostra identità storica di comunità protesa al perseguimento del bene comune ed al miglioramento economico dei nostri cittadini, colgo anche l’occasione per manifestare la volontà di continuare a servire la mia città”. Così, il Sindaco di Sant’Agata Militello Carmelo Sottile, annuncia la sua ricandidatura per le amministrative di primavera. “Insieme a quanti hanno condiviso il progetto iniziato nel 2013 – prosegue il sindaco – vogliamo dare seguito all’impegno comune già profuso in condizioni politiche ed amministrative difficili , ottenendo tanti risultati (servizi essenziali relativi alla rete idrica e fognaria, all’ambiente, pubblica illuminazione, scolastici e socio assistenziali erogati con sufficienza considerate le scarse risorse disponibili;progettazione e partecipazione a bandi per l’acquisizione di finanziamenti nel settore sociale e lavori pubblici con oltre 20 lavori appaltati,affidati ed eseguiti) e molti altri obiettivi a portata di mano come la sede del Commissariato da consegnare a breve, l’avvio dei lavori del Campo Fresina e del Palazzo comunale, l’affidamento per la gestione della sala d’asta, l’oramai vicina riapertura del cineteatro Aurora, e, soprattutto, quello imminente di inizio dei lavori di completamento del porto, dopo l’approvazione in via amministrativa del relativo progetto esecutivo”.
    “Il mio impegno dei prossimi mesi, oltre quello di completare al meglio il mandato, sarà proteso ad una attività di ascolto dei cittadini, delle forze politiche e sociali che hanno a cuore le sorti della nostra città, per definire insieme un progetto innovativo, che preveda un ricambio della classe dirigente e che sia garanzia di competenza, onestà e lealtà, facendo tesoro del lavoro già svolto, della conoscenza dei procedimenti e dell’esperienza maturata in questi anni direttamente sul campo. Un progetto – conclude Sottile – in cui nulla è già stabilito e predeterminato ed in cui si lavorerà tutti insieme per guardare con fiducia e speranza al futuro”.

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis