Capo d’Orlando, l’Intergruppo lascia la maggioranza: “Amministrazione soporifera e Lista Orlandina pigliatutto”

    Capo d’Orlando, l’Intergruppo lascia la maggioranza: “Amministrazione soporifera e Lista Orlandina pigliatutto”

    “L’Amministrazione Ingrillì è troppo appiattita sulle posizioni della Lista Orlandina e ha ripetutamente detto no alle nostre proposte di modificare l’assetto interno. Non possiamo rimanere in maggioranza a queste condizioni”. Così il Consigliere Aldo Sergio Leggio, a nome dell’Integruppo di cui fanno parte anche Edda Triscari e Massimiliano Fardella, ha motivano il ritiro del sostegno all’amministrazione e l’uscita dalla maggioranza. Leggio ha giudicato “soporiferi” la giunta, il Consiglio Comunale e l’opposizione consiliare. “Avevamo chiesto a più riprese un cambio di rotta, dopo i primi 18 mesi, partendo dall’organizzazione degli uffici e soprattutto in prospettiva dei tre anni che abbiamo davanti, ma ci siamo scontrati con un muro – ha detto Leggio – d’ora in poi siamo liberi dai vincoli della maggioranza e voteremo in Consiglio le proposte che riterremo valide”. “All’inizio delle trattative avevamo proposto anche il nome di Donatella Damiano come assessore esterno, ma evidentemente il Sindaco non riusciva a quadrare i conti e così adesso ci troviamo con un assetto completamente squilibrato verso la lista Orlandina, ma noi non facciamo una questione di nomi o di poltrone. Il problema è la squadra e l’intera macchina amministrativa che sta dietro”. Sulla possibilità della presentazione di una mozione di sfiducia Leggio è stato categorico: “No, non è argomento che vogliamo trattare”.

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis