Operazione “Riciclo”, a giudizio l’ex Sindaco di Mazzarrà Sant’Andrea

    Operazione “Riciclo”, a giudizio l’ex Sindaco di Mazzarrà Sant’Andrea

    Rinvio a giudizio per le cinque persone indagate nell’operazione denominata “Riciclo” sulla gestione della discarica di Mazzarrà Sant’Andrea. A processo finiscono l’ex sindaco Salvatore Bucolo e gli ex amministratori della società mista TirrenoAmbiente, Pino Innocenti, Giuseppe Antonioli, Lorenzo Piccioni e l’ex presidente Antonello Crisafulli. Per tutti l’accusa è corruzione e peculato, in merito alla distrazione dei fondi che la società avrebbe dovuto versare al comune di Mazzarrà Sant’Andrea a titolo di equo indennizzo per la mitigazione ambientale. Erano già state stralciate invece le posizioni di altre due persone che figuravano inizialmente indagate: l’anziano e ignaro parroco don Andrea Catalano, nel frattempo deceduto, sul cui conto corrente bancario, in virtù di una apposita delega, venivo effettuati movimenti di denaro, e il collaboratore e badante del parroco, Rodolfo Torre, per il quale era stata invece avanzata richiesta di archiviazione. Le Fiamme Gialle ritennero alcuni movimenti bancari “anomali” che avrebbero consentito all’ex sindaco, un tenore di vita al di sopra delle proprie possibilità. Bucolo nel 2013 firmò un accordo, tramite il quale, il Comune rinunciò a crediti per oltre un milione di euro.

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis