Capo d’Orlando: Garante comunale dell’Infanzia, la proposta del Kiwanis

    Capo d’Orlando: Garante comunale dell’Infanzia, la proposta del Kiwanis

    Istituire la figura del Garante comunale dell’Infanzia e dell’Adolescenza. E’ la proposta presentata dal Kiwanis Club di Capo d’Orlando all’amministrazione comunale, durante un incontro tra il Presidente Kiwanis dott. Giuseppe Sapone, il Chairman dott. Sandro Gazia ed il Sindaco di Capo d’Orlando Franco Ingrillì.
    Il Kiwanis International, quale organizzazione mondiale al servizio dei bambini, opera tramite i propri Club cittadini a favore dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, attivando i propri associati con iniziative concrete e manifestazioni tematiche.
    Tra gli scopi del Kiwanis International vi è infatti quello di agire sul territorio in maniera coerente e concreta, collaborando anche con la Pubblica Amministrazione, con enti ed associazioni di volontariato, per il raggiungimento degli obiettivi primari inerenti la tutela e la salvaguardia dei bambini e degli adolescenti nel mondo, secondo quanto enunciato dal motto del Kiwanis International: “Serving the children of the world”.
    Avendo l’associazione paladina già intrapreso, fin dalla sua ventennale fondazione, azioni di collaborazione diretta con l’Amministrazione comunale, operando attivamente sul territorio comunale e sui territori limitrofi in termini di progetti di services ed azioni di beneficenza rivolti alle fasce deboli, continuando con tale collaborazione propone l’istituzione della figura comunale del “GARANTE DEI DIRITTI DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA (GA.D.I.A.)”, sulla scorta di quanto già realizzato dal Kiwanis in numerosi comuni italiani. Opererà a TITOLO GRATUITO, verrà supportato da apposita Commissione “Diritti dell’infanzia” ed opererà in piena sinergia e collaborazione con l’Assessorato comunale alle Politiche sociali e con gli uffici dei Servizi sociali dell’Amministrazione comunale dei quali si potrà avvalere.
    Il Garante “Municipale” si propone a livello locale di portare avanti gli stessi obiettivi e le stesse finalità perseguite a livello sia nazionale che regionale, operando in un contesto più piccolo, dove è quindi più facile prestare efficacemente il proprio intervento.
    In sinergia con l’Amministrazione Comunale segnala e/o promuove tutte le iniziative opportune per assicurare la piena promozione e la tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, con particolare attenzione al diritto alla famiglia, all’educazione, all’ istruzione e alla salute.
    Prende forma dalle finalità dell’articolo 31 comma 2 della Costituzione, la quale sancisce che “la Repubblica protegge l’infanzia favorendo gli istituti necessari a tale scopo”.
    Vigila sul rispetto dei diritti e degli interessi dei bambini e degli adolescenti nel territorio comunale.
    Nelle varie configurazioni esistenti sia a livello nazionale che regionale, provinciale e quindi comunale, i garanti effettuano un monitoraggio circa l’applicazione della Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia, ne promuovono la diffusione, intervengono per rappresentare gli interessi del minore in ogni causa civile e penale in cui siano, in modo diretto o indiretto, coinvolti i minori.
    Segnala alle Autorità Giudiziarie e agli organi competenti, chiunque commette abusi contro i minori, in particolare chi commette maltrattamenti contro i bambini, ad esempio sfruttandoli a fini sessuali, lasciandoli in stato di abbandono o ancora sottoponendoli ad un lavoro forzato. Bambini, adolescenti e adulti possono rivolgersi al GA.D.I.A. gratuitamente, fornendo notizie riferite ad abusi e reati commessi contro i minori, di qualunque entità essi siano.

    Condividi: